Tutte le storie degli Stagisti col Bollino

Per raccontare «dal di dentro» l'iniziativa Bollino OK Stage, attraverso cui la Repubblica degli Stagisti incentiva le imprese a garantire ai giovani percorsi "protetti" e di qualità secondo i principi della Carta dei diritti dello stagista, la redazione raccoglie le testimonianze degli ex stagisti delle aziende che hanno aderito al Bollino. Eccole.


- «Un incontro all'università mi ha aperto la strada in Tetra Pak e oggi ho un lavoro che mi piace tantissimo» spiega Eleonora che ai giovani che si apprestano a entrare nel suo settore lavorativo dà questi consigli: «Curiosità, determinazione, precisione e capacità di lavorare in team anche con chi ha una cultura diversa dalla propria....»

- «Stage in Bosch pre e post laurea, e oggi Angelo ha un contratto a tempo indeterminato» e racconta: «Penso di essere ancora all'inizio del mio cammino ma vedo ampi margini di carriera...»

- «Ho scoperto Everis grazie a una onlus e oggi lavoro in un ambiente giovane e stimolante» racconta Saverio che ha scoperto questa multinazionale grazie al suo responsabile in un corso di social media manager. E a distanza di due anni dal suo ingresso in azienda «Continuo ad avere sensazioni positive verso Everis...»

-  «Il mio primo giorno di stage in Tetra Pak: sembrava stessero aspettando solo me» racconta Jessica che, finito il liceo scientifico ha fatto una scelta lungimirante «Optando per quello che mi avrebbe dato meno problemi a trovare lavoro un domani...»

- «Ho realizzato il sogno di lavorare in Europa: la storia di Santhosh Mariappan, junior project leader in Magneti Marelli» che racconta perché dall'India ha scelto di trasferirsi nel continente europeo: «Ho scelto quest'area del mondo perché l'Europa è il più grande centro automobilistico visto che proprio qui ci sono grandi colossi in questo settore come Volkswagen, Fiat, PSA, Daimler, Bmw.....»

- «Ho scoperto la Repubblica degli Stagisti per prepararmi a un colloquio in PwC e oggi ho un contratto a tempo indeterminato» racconta Maria Carla, che dalla Sicilia si è trasferita a Milano perché al Sud non ci sono opportunità lavorative.

- «Controllo di gestione mon amour: da uno stage direttamente al lavoro grazie a un annuncio sulla Repubblica degli Stagisti!» è successo a Mattia che racconta: «L’utilità principale secondo me è proprio la “certificazione” delle aziende, quelle con il “bollino”: perché è un servizio molto utile per un giovane che cerca lavoro per scoprire chi si comporta correttamente....»

- «Stage, l'importante è trovare aziende disposte a credere nei giovani: è capitato a Nicola in Magneti Marelli» dalla sua testimonianza: «Credo che il principale problema degli stage sia l’entità del rimborso spese, soprattutto per chi deve trasferirsi lontano da casa. E la non certezza di essere assunti. Molte aziende, purtroppo, usano i tirocini per coprire posti vacanti....»

- «Università e mondo del lavoro sono lontanissimi, lo stage è cruciale»: parola di Chiara, ingegnere in Spindox» che racconta: «Il mondo del lavoro è completamente diverso dall'università, un periodo di training sul campo è essenziale...»

- «Sei mesi di stage e poi subito un contratto di apprendistato per Salvatore in Philips», dalla sua testimonianza: «mentre frequentavo la Business School del Sole 24 Ore ho iniziato a candidarmi attraverso il tutor del master per uno stage in Philips e sono stato contattato per un colloquio...»

- «Un lavoro a vent'anni: sogno diventato realtà per Andrea sistemista in Contactlab», dalla sua testimonianza: «Durante l'ultimo periodo di studio all'istituto tecnico di Voghera, dove mi sono diplomato nel 2014, ho partecipato alla presentazione di un corso di specializzazione in networking, a Milano, tenuto da un ente di formazione locale. Dopo la maturità ho deciso di tentare le selezioni ...».

- «Uno stage di tre mesi in Pwc, poi subito il contratto: «La consulenza è un settore pieno di stimoli» racconta Massimiliano, che grazie al Career service del Polimi è stato contattato da PwC poco dopo la laurea. «Per me lo stage è stato uno strumento molto efficace, ma deve essere usato in maniera virtuosa e non viziosa dalle aziende. Per questo credo che la Carta dei diritti dello stagista possa essere molto utile per un neolaureato..».

- «Uno stage in Magneti Marelli subito dopo la laurea: «E ora ho già un contratto a tempo indeterminato»: è successo a Laura che oggi racconta: «Sono soddisfatta di quello che sto facendo e per il momento non ho intenzione di andarmene all’estero: grazie al mio lavoro sono diventata pienamente autonoma, andando anche a vivere per conto mio..».
«Studiare, trovare lavoro, arrivare a una grande azienda nonostante l'handicap: «La disabilità è solo un fattore secondario»: la storia di Felice, testing engineer per Magneti Marelli, che racconta: «Oggi vivo e lavoro a Venaria Reale, in provincia di Torino. Sono qui grazie alle scelte che ho fatto, dettate dalla passione per la logica e per la tecnologia, ma soprattutto grazie alla volontà di dimostrare di essere in grado di farcela nonostante un handicap che mi accompagna da tanto tempo: la sordità...»
-
«Che miniera d'oro per i giovani il network Ok Stage!»: parola di Sara, assistente marketing per DPV dalla sua testimonianza: «Ho iniziato lo stage in DPV a settembre 2014 e i primi cinque  giorni li ho passati pinzando dei fogli, ma oggi ho la padronanza di sistemi e procedure dei quali non sapevo neanche l'esistenza. Sei mesi sono passati veloci e alla fine mi è stato offerto un contratto a tempo indeterminato da circa 1.100 euro al mese, per 13 mensilità, che per una ragazza di 24 anni al suo primo vero contratto è un bel gruzzolo...»

- «Dallo stage all'apprendistato in Ferrero: è stata la Repubblica degli Stagisti ad aiutarmi per il colloquio» dalla testimonianza di Francesca: «Dovevo fare il colloquio e cercavo più informazioni possibili per arrivare preparata e ho trovato un'intervista come questa! Mi è stata molto utile per affrontare il colloquio...»
- «Dal primo stage direttamente a un contratto a tempo indeterminato: è la storia di Marta in Bip» dalla sua testimonianza: «Tramite il career service del Politecnico di Milano ho subito trovato l'annuncio di stage in Bip. Sapevo che la società nel 2014 aveva convertito in contratti oltre il 90% di stage, mai avrei immaginato che il mio primo tirocinio sarebbe stato anche l’unico...».
- «Due stage ben pagati ma senza futuro, poi arriva un'azienda col bollino: storia di Carla, consulente Everis
» dalla sua testimonianza: «Il settore in cui lavoro mi piace molto, l’ambiente dinamico e stimolante mi ha permesso di crescere tanto, diventare più flessibile, aumentare la mia sicurezza e quindi la consapevolezza  di me e delle mie capacità...».
- «Da Trento a Torino, a 24 anni Sabrina lavora già a tempo indeterminato in Spindox
» dalla sua testimonianza: «a fine stage l'ufficio HR ha organizzato un confronto consuntivo: io e l'azienda ci siamo confrontati su quanto fatto e sugli obiettivi raggiunti e alla fine ho ricevuto una proposta di assunzione a tempo indeterminato...».
- «Consulente a sorpresa nel vivaio Bip: Chiara racconta la sua ottima annata»
 dalla sua testimonianza: «senza aver mai pensato alla consulenza, mi sono appassionata ad un lavoro fatto di sacrifici ma adrenalinico. Ho subito cominciato presso un cliente di Milano...».
- «Basta rassegnazione, le buone aziende esistono: la scoperta di Carmela è Assioma.net» dalla sua testimonianza: «ognuno può essere fonte di stimolo per chi nello scetticismo generale si dà per vinto. Le aziende che investono nei giovani sono poche, è vero, ma non bisogna generalizzare...».
- «Lasciare un lavoro per uno stage col Bollino in Carglass: la storia di Giusy, innamorata delle risorse umane» dalla sua testimonianza: «ho svolto una tesi sperimentale sul diversity management, con interviste a diverse multinazionali. Ne è scaturito un bel lavoro, e ho anche capito in quale ambito volevo lavorare...».
- «Stagista meritevole? Ti assumo anche prima della laurea: la filosofia PwC raccontata da Sara» dalla sua testimonianza: «A fine stage ho ricevuto una buona valutazione e, nonostante non fossi ancora laureata al biennio, mi è stato proposto un contratto...».
- «Vent'anni, un contratto e uno stipendio: dalla scuola al lavoro il passo è breve per Lorenzo, sistemista in ContactLab» dalla sua testimonianza: «finite le superiori ho cercato un buon corso di formazione, che mi permettesse di aspirare ad un'esperienza lavorativa concreta...».- «Felice e appagata: ritratto di Paola, ingegnere gestionale per Elica» dalla sua testimonianza: «un anno dopo l'assunzione è persino arrivata una nuova proposta: diventare coordinatore industriale! Una sfida, un'opportunità. Avevo un sentimento misto di paura e soddisfazione, timore e gratitudine...».
- «
Futuro assicurato per Vanessa in Everis: "investimento e fiducia sin dal primo giorno di stage"
» dalla sua testimonianza: «aiutata anche dai pareri letti sulla Repubblica degli Stagisti, ho accettato la proposta di stage. Dopo tre mesi però mi è stata fatta una proposta che pochissimi neolaureati di oggi si sentono fare...».
- «Alle job fair prima da studentessa, oggi da addetta HR per Philips
» dalla testimonianza di Laura: «all'inizio non avevo molte aspettative per il mio futuro, ma solo tanta voglia di imparare e di confrontarmi con il mondo del lavoro. Oggi invece, a 26 anni, le fiere del lavoro organizzate dalla Bocconi le vivo lato azienda...».
- «"Il mondo in cui mi vedo tra 10 anni è qui, in Ernst Young", la storia di Martina» dalla sua testimonianza
: «sono fortunata a far parte di un gruppo che ha sempre riconosciuto il valore del mio lavoro ed in cui il concetto di stage fine a se stesso, così comune nel nostro Paese, per le risorse meritevoli non esiste. È, con i suoi difetti, dove mi vedo in futuro
...».
-
«"Stage, non bisogna farsi abbagliare dagli specchietti per le allodole": invece ad Alessandro con Infocert è andata bene» dalla sua testimonianza: «Non fate esperienze fini a se stesse; è bene informarsi prima su come l'azienda si comporta con gli stagisti e, se si viene a sapere di speranza di assunzione basse, meglio lasciar perdere. Si corre il rischio concreto di passare da stage a stage per anni senza trovare mai un vero lavoro...».
-
«Lezioni di stage dal Libano: si fa solo durante lo studio ed è pagato» dalla testimonianza
di Mohamad: «a differenza dell’Italia, il percorso lavorativo dei giovani libanesi non inizia con uno stage. Lo stage si fa solo durante lo studio per acquisire esperienza e crediti formativi. Si comincia subito con un contratto di lavoro, di solito dopo tre mesi di prova...
».
-
«Uno e buono: così il primo stage di Niccolò è diventato un inizio di carriera in PwC» dalla sua testimonianza: «Avevo avuto esperienze lavorative non legate al mio percorso di studio, ma ugualmente formative: mi avevano aiutato a non dare niente per scontato e a lavorare sodo per ottenere dei risultati. Finita l’università però sono andato mirato....».
-
«Tra giornalismo ed economia Francesca quadra il cerchio nel marketing Ferrero» dalla sua testimonianza: «Presa dall'entusiasmo di fare uno stage sul quale fare la tesi magistrale, ho cercato anche annunci su Repubblica degli Stagisti, e proprio grazie ad una candidatura inviata tramite il sito mi hanno convocato quasi subito da Ferrero...».
-
«"Il mio stage in Infocert? Un canestro perfetto", la storia di Florentina» dalla sua testimonianza: «non si è nemmeno sentito il rumore gentile della rete che sbuffa al passaggio della palla, centro: una mail dalla divisione HR di Infocert mi diceva che ero stata scelta per lo stage in Sales Management...».
-
«"Un'azienda col Bollino mi ha riportato in Italia: la storia di Silvia, ingegnere in Elica» dalla sua testimonianza: «quando vivevo a Dublino, ho pensato di trovare lavoro come ingegnere all'estero, ma quando poi ho avuto la possibilità di scegliere se tornare in Italia o meno, il mio cuore mi ha riportato al mio meraviglioso Paese...».
-
«Due stage già alle superiori per Chiara, apripista per la sua carriera in Philips» dalla sua testimonianza: