Ordina per...

Devi effettuare il login per crere una discussione

Cerca nel Forum

Claudia Cucchiarato, la portavoce degli espatriati: «Povera Italia, immobile e bigotta: ecco perché i suoi giovani scappano»

La Repubblica deli Stagisti incontra Claudia Cucchiarato, 31enne giornalista e autrice del libro Vivo altrove (Bruno Mondadori).La fuga dei giovani dall'Italia è fisiologica o deve preoccupare?In un momento di globalizzazione economica, proliferazione dei voli low-cost, sviluppo del tele-lavoro, la partenza dei giovani da tutti i Paesi del mondo è fisiologica. La fuga dei giovani dall'Italia è preoccupante perché riguarda una fetta grandissima della popolazione, di tutte le regioni e di tutte le estrazioni sociali ed economiche; tuttavia, allo stesso tempo, ...

Ultimo Post: 11 anni, 2 mesi fa

Di: Eleonora Voltolina

Leggi tutto

«Vivendo altrove, il confronto fra l’Italia e altri paesi diventa impietoso. E illuminante». In un libro le storie degli italiani che fuggono all'estero

Viaggi e avventure di giovani espatriati raccontati da una giovane espatriata: Vivo altrove, libro scritto da Claudia Cucchiarato [nella foto a destra - leggi l'intervista] e pubblicato quest’anno da Bruno Mondadori, ha un sottotitolo un po' da manuale di sociologia ma molto attuale: «Giovani e senza radici: gli emigranti italiani di oggi». Dove il centro sta in quella parola un po’ desueta, emigranti, che riporta alla mente vecchie fotografie ingiallite, valige di cartone, e i vaglia con cui gli zii ...

Ultimo Post: 11 anni, 2 mesi fa

Di: Eleonora Voltolina

Leggi tutto

Stage da evitare: CSI-Piemonte

Vi racconto la mia esperienza perché possa esservi utile. Ho deciso di fare uno stage finalizzato alla tesi presso il CSI-Piemonte. Mi è stato consigliato dal mio relatore perché a suo avviso fare uno stage è un ottimo trampolino di lancio e mi avrebbe permesso di orientarmi nel mondo del lavoro, capire se lavorare in azienda è quello che voglio veramente fare nella mia vita e scrivere una tesi "appetibile" dalle aziende. Lo stage aveva una durata di 6 mesi, non garantiva l'assunzione, anzi era esclusa come possibilità a causa della crisi, e non prevedeva alcun rimborso se non il servizio della mensa aziendale. Il mio tutor aziendale è stato molto disponibile ed efficiente: mi ha insegnato tutto ciò che doveva insegnarmi, mi ha concesso orari elastici e ha cercato di aiutarmi ogni qualche volta ne avessi avuto bisogno. Tuttavia ritengo che la mia sia stata un'eccezione perché gli altri stagisti nelle mie stesse condizioni sono stati trattati in modo poco professionale, per usare un eufemismo. Ad esempio uno stagista che condivideva con me l'ufficio è stato completamente abbandonato: vedeva il suo tutor di rado e non gli è stato dato niente su cui lavorare. Verso il termine del suo stage il suo tutor aziendale gli ha chiesto di preparare una presentazione di un software che doveva testare,ma poi lo stagista ha scoperto che nella settimana in cui avrebbe dovuto fare tale presentazione il suo tutor era in ferie e ha ricevuto come rispota " ma sì, falla comunque a quelli presenti nell'ufficio". Un altro esempio, ancora più eclatante a mio avviso, è quello di un altro stagista che ha scoperto solo dopo un mese di lavoro che il progetto a cui era legato il suo stage non era stato finanziato e di conseguenza nessun dipendente ci lavorava sopra . Sebbene il contratto di stage prevedesse un'introduzione nell'ambiente lavorativo e una collaborazione con gli altri dipendenti, ha quindi dovuto lavorare per il resto dello stage (5mesi!!) per conto proprio, consultandosi di tanto in tanto con il proprio tutor (tutor fra l'altro che non era dipendente, ma consulente). Questo ragazzo è riuscito comunque a fare un buon lavoro a tal punto che il suo tutor ha deciso di proporre il suo lavoro in regione per ottenere un finanziamento del progetto e lavorarci sopra. Allo stagista ,oltre a fargli i complimenti per il lavoro svolto, hanno proposto una proroga dello stage di altri 6 mesi, sempre con la mensa come unico contributo, e hanno detto di non potergli offrire niente di più. Poiché ha rifiutato gli hanno chiesto che lasciasse loro tutti i codici prodotti in modo tale che i consulenti potessero lavorarci sopra(pagati). Io ho trovato tutto ciò un'enorme ingiustizia e trovo incredibile che questo ragazzo, nonostante tutto, si dichiari soddisfatto dello stage(!). In effetti le persone che abbiamo incontrato sono state tutte molto gentili e amichevoli, hanno cercato di fare sentire a proprio agio gli stagisti, ma ritengo che non sia sufficiente per poter dire che uno stage sia utile. Fate attenzione, mi raccomando|

Ultimo Post: 11 anni, 2 mesi fa

Di: ippazia

Leggi tutto

interrompere stage prima che la convenzione tra uni.e azienda sia stata controfirmata-invalidazione?

ciao! anche io ho interrotto un mese prima della seconda proroga (6+6) lo stage... ti scrivo da milano, e la mia università è la cattolica; io ho semplicemente chiamato dicendo che avrai interrotto lo stage spiegando le motivazioni e l'ufficio stage mi ha detto che l'azienda doveva semplicemnte chiamare per dare la disdetta dell'assicurazione. mi pare di capire che la tua situazione sia più complicata...ti consiglio di andare all'ufficio stage della tua università e spiegare tutto... aspetto tue notizie : Silvia..."eterna stagista"

Ultimo Post: 11 anni, 2 mesi fa

Di: silviapaolo

Leggi tutto

Perché non facciamo qualcosa?

Ragazzi, vi dico solo che dopo un mese di stage sottopagato in un'agenzia interinale (200 € al mese per 40 h settimanali) ho deciso di lasciare...mi hanno anche detto che se non rimango sola a controllare la filiale mentre la mia tutor si fa i cavoli suoi in ferie a Natale (cosa che non mi spetta ed è illegale) mi mandano via prima della scadenza!!!! Ma questa gente è fuori di testa, mi fanno schifo! Dobbiamo fare qualcosa sul serio...una bella manifestazione non sarebbe male, dobbiamo farci sentire dalle aziende stronze e dallo Stato assente!

Ultimo Post: 11 anni, 2 mesi fa

Di: venus83

Leggi tutto

Panoramica sui premi di laurea in scadenza tra novembre e gennaio 2011. E con le borse di studio l'estero è più vicino

Gli studenti italiani che ricevono di borse di studio universitarie sono meno dell'11%, scrivono Marco Iezzi e Tonia Mastrobuoni nel volume "Gioventù sprecata". Di questi, i tre quarti alla luce di un reddito familiare basso, mentre solo per il 3,7% in base al merito. E allora la Repubblica degli Stagisti ha raccolto i bandi in scadenza per premi di laurea e borse di studio all'estero. È stata prorogata a lunedì 29 novembre la scadenza del programma "Science and Arts Fellowship ...

Ultimo Post: 11 anni, 2 mesi fa

Di: Annalisa Di Palo

Leggi tutto

interruzione stage prima che la convenzione tra università e azienda sia stata controfirmata

Salve a tutti. Ho deciso di rivolgermi a voi perchè da alcuni giorni navigo nel vostro sito, e ho visto che siete molto chiari nel rispondere agli interrogativi degli stagisti sul loro contratto di stage. Avrei anch'io una domanda da fare agli esperti. Tramite la mia università ho stipulato con un'azienda della mia città una convenzione e un progetto formativo di stage, che sarebbe iniziato ieri, 15 novembre 2010. Premetto che, nonostante il progetto formativo, ho lavorato per l'azienda dall'11 ottobre ad oggi, accordandomi con il titolare per un rimborso spese di 300 euro al mese. Visto che la data d'inizio del progetto di stage era a quasi un mese esatto di distanza dalla data di inizio effettivo della collaborazione con l'azienda (ovvero la mia collaborazione è iniziata un mese prima dell'inizio dello stage), e visti i tentennamenti del mio titolare sulle modalità di pagamento di questo primo mese, ieri mi sono permessa di chiedergli in che modo aveva intenzione di rimborsarmi, appunto, il primo mese di collaborazione. Non ho avuto risposta: in compenso oggi, senza preavviso, mi ha fatto firmare una ricevuta per una prestazione occasionale, nella quale mi si certificava il pagamento del dovuto per questo mese,e mi ha invitato ad andarmene dalla sua azienda. Ora il problema è questo: lo stage è formalmente iniziato ieri e i rapporti con l'azienda si sono formalmente interrotti oggi. Le tre copie del progetto formativo sono ancora in mano all'azienda, e, secondo il regolamento della mia università, per interrompere uno stage è necessario inviare un documento firmato da me e dall'azienda all'università, per notificarne appunto l'interruzione. Il fatto è che credo che l'azienda si dimostrerà piuttosto se non molto ostile: ho già tentato di contattare quella che avrebbe dovuto essere la mia tutor aziendale senza successo, e penso che non andrà meglio nei prossimi giorni. Quindi in breve la mia domanda è: come devo fare per interrompere uno stage promosso dall'università, il cui progetto formativo sia ancora in mano SOLO all'azienda? nemmeno a me è stata data la mia copia, e non so come fare a recuperarla... E poi, esiste un altro modo per interrompere lo stage che non sia tramite un documento di notifica firmato da entrambe le parti? Ho visto sul vostro forum che già un'altra ragazza ha avuto un problema simile al mio e ha contattato direttamente il suo tutor universitario, ma la cosa è applicabile anche se nessuna delle 3 copie del progetto formativo è arrivata controfirmata dall'azienda alle, diciamo, controparti? Oppure, semplicemente, per invalidare e quindi di fatto annullare il contratto di stage basta che il progetto formativo non venga mai controfirmato e consegnato,e quindi che non venga mai consegnato all'ufficio stage della mia università? Grazie mille per l'attenzione

Ultimo Post: 11 anni, 2 mesi fa

Di: ledchiara

Leggi tutto

Per i disabili le opportunità di stage diminuiscono del 25%: i dati della Cgil in esclusiva per la Repubblica degli Stagisti

Gli stage riservati a persone disabili si sono ridotti del 25% nel corso degli ultimi quattro anni. Lo evidenziano i dati elaborati dalla Cgil per la Repubblica degli Stagisti.Se nel biennio 2006-2007 i portatori di handicap avevano effettuato più di 8.700 tirocini in tutta Italia, nel nel periodo 2008-2009 il totale si è ridotto a circa 6.600: un quarto in meno. Segno che la crisi ha inciso profondamente proprio sulle categorie più deboli e meritevoli di tutela, come i disabili ...

Ultimo Post: 11 anni, 2 mesi fa

Di: Andrea Curiat

Leggi tutto

L'arroganza del potere - mi viene negato lo stage post master

Ciao Mariana, mi sa che sei incappata in un tizio prepotente e ben poco collaborativo...non hai la possibilità di cercare lo stage in un'altra struttura della tua zona? Se poi riesci a sostituire lo stage con una tesina, lascia perdere questo direttore didattico! Senti ma per quanto riguarda il Master in comunicazione e mediazione interculturale, come ti stai trovando? Lo consiglieresti? Grazie, ciao!

Ultimo Post: 11 anni, 2 mesi fa

Di: gcalli

Leggi tutto

Stagisti a quarant’anni: «Speravamo che il tirocinio fosse l'anticamera dell'assunzione, invece poi l'Atac ha assunto altri. Meno qualificati»

Non è mai troppo tardi per iniziare uno stage. Lo sanno bene quattro ex stagisti romani di 56, 48, 45 e 33 anni. Dopo aver perso il lavoro Gianluca, Massimo, Fabrizio e Mario – i nomi sono di fantasia – hanno tentato la strada della riqualificazione professionale con un tirocinio all’interno di Trambus, oggi Atac, l’azienda che gestisce il trasporto pubblico di superficie della città di Roma. Dietro la garanzia dell’anonimato, i quattro tirocinanti senior denunciano però comportamenti scorretti da ...

Ultimo Post: 11 anni, 2 mesi fa

Di: Ilaria Costantini

Leggi tutto