Le dieci aziende che hanno brillato nell'annus horribilis 2020 per la gestione virtuosa dei giovani

Scritto il 17 Lug 2021 in Notizie

assunzione post stage AwaRDS aziende virtuose occupazione giovanile Rimborso spese tasso di assunzione post stage

È di nuovo tempo di AwaRdS, i premi che la Repubblica degli Stagisti assegna annualmente alle aziende che si distinguono per una particolare eccellenza nelle policy dedicate ai giovani. Quest’anno i premi sono ancor più significativi del solito perché sono riferiti alle performance dell’annus horribilis 2020: sono stati attribuiti, cioè, in base ai dati che le aziende che fanno parte dell’RdS network hanno fornito alla Repubblica degli Stagisti rispetto a quanti tirocinanti hanno accolto tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020, quanti ne hanno assunti, con quale tipo di contratti e così via.  

L’AwaRdS per il miglior rimborso spese va quest’anno a everis, Ferrero e Flex: queste tre aziende garantiscono ai propri stagisti ben 1000 euro al mese di indennità (e anzi, anche di più, perché prevedono anche altri benefit come i buoni pasto, la mensa gratuita…)

«Il modello di everis poggia sui giovani, e il 2020 è stato un anno difficilissimo» ha detto Francesca Muscillo del Dipartimento People di everis [nella foto accanto] nel ritirare il premio: «Se dal vivo è tutto più semplificato – la relazione, il rapporto con i colleghi –stage lavoro chiaramente da remoto è mancato questo aspetto. Però noi abbiamo deciso di aumentare gli incontri di monitoraggio per verificare l’andamento degli stage e intercettare eventuali situazioni di disagio. E i numeri ci hanno dimostrato che i ragazzi hanno apprezzato il nostro modello».

«Noi siamo una grande azienda: questo – il rimborso agli stagisti – è un “dovuto”. Ce lo possiamo permettere, è giusto» le ha fatto eco Mauro Clara, Talent Manager, ricordando come anche in Ferrero nel 2020 il numero di stage sia stato molto inferiore agli anni precedenti: «Eravamo molto preoccupati sulla sicurezza dei lavoratori; come tante aziende abbiamo privilegiato la sicurezza, in questo caso agli stage. Stiamo riprendendo, perché la situazione si sta normalizzando: l’obiettivo è quello di aumentare il numero degli stage».

Un rimborso così alto non è proprio un “dovuto”, basti pensare che la Regione Lombardia pone come indennità minima per legge 500 euro, e per giunta i tirocini curricolari in tutta Italia possono ancora essere gratuiti, perché non c’è nessuna normativa che garantisca il diritto a una indennità mensile per questa tipologia di tirocini: mentre le tre aziende che hanno vinto l’AwaRdS per il miglior rimborso spese assicurano anche agli stagisti curricolari lo stesso trattamento economico degli extracurricolari. Del resto, come ha ricordato Melissa Friedman, HR manager di Flex,  «I ragazzi che vengono da noi provengono da design e da ingegneria; quello che offriamo come esperienza è sicuramente un’esperienza reale, fanno parte di un project team, è corretto che siano rimborsati in un modo adeguato per quello che danno».

Un’altra categoria premiata con gli AwaRdS è quella delle aziende che assumono oltre il 90% degli stagisti (con un contratto di almeno 12 mesi). Quest’anno il premio è andato a T4V, Prometeia ed everis.

T4V in particolare ha accolto nel corso dell’anno scorso 10 stagisti, di cui 3 curricolari, e poi li ha assunti con contratto a tempo indeterminato. La Talent Manager Monica Cremaschi, ritirando l’AwaRdS “in delega” all’amministratore unico di T4V Stefano Ciavatta, ha ricordato come l’adesione di T4V al network di aziende virtuose della Repubblica degli Stagisti sia stata, nel febbraio del 2020 appena prima dello scoppio della pandemia, «un po’ una scommessa mia: ho portato in azienda l’idea di dare visibilità agli stage che facevamo» e al fatto che «siamo tra quelli del 98%, e gli stagisti da noi vengono assunti direttamente a tempo indeterminato!».

Premiata anche Prometeia per i suoi 60 stage del 2020, di cui 26 curriculari, che in più del 90% dei casi si sono trasformati in un’assunzione con contratto di apprendistato. «Questo è una grande soddisfazione e la riprova di quanto l’attenzione verso i giovani sia legata al dna di Prometeia» ha commentato Gioia Di Summa, responsabile del Professional Development in Prometeia, citando il lavoro di tutto «il team di recruiting guidato da Tommaso Musillo. Anche durante la pandemia siamo riusciti attraverso lo stage a garantire esperienze formative importanti, sopratutto grazie alla capacità di fare coaching alle persone più giovani: una dimensione indispensabile per sviluppare competenze e permettere poi che emergano i talenti».

La terza azienda premiata in questa categoria è everis - che ha realizzato così una “doppietta” di AwaRdS: con 103 stage attivati nel 2020, di cui 6 curriculari, quasi tutti poi assunti a tempo indeterminato, everis è una “veterana” di questo premio: «È un onore essere qui» ha detto Giada Trovato, Talent Acquisition & Employer Branding Specialist: «Noi facciamo tanti stage, basiamo la nostra azienda sulla formazione di figure junior per poi farle crescere», e rispetto alla nuova modalità di tirocinio da casa, nata e cresciuta impetuosamente in tempo di lockdown, ha scherzato: «Stiamo cercando di far tornare i nostri ragazzi, invogliarli a tornare in ufficio e a vivere la realtà aziendale». Perché uno stage “in presenza” è certamente più efficace di uno “a distanza”!

Vi è poi un AwaRdS slegato dalle performance sugli stage: è quello che viene assegnato per il miglior rapporto tra organico aziendale e nuove assunzioni di under 30 senza passare per la fase del tirocinio. Quest’anno il riconoscimento va a quattro aziende: BIP, Nestlé, EY e illimity.

In BIP, che conta oltre 2.164 dipendenti in Italia, sono stati 220 i giovani portati a bordo nel corso del 2020 senza passare attraverso lo stage, quasi tutti direttamente a tempo indeterminato. «Stiamo investendo tantissimo nella fase post-stage, che è una fase cruciale dell’inserimento: seguiamo molto da vicino le persone almeno per 12-18 mesi nel loro inserimento con un affiancamento costante sia lato progettuale sia come HR business partner, per far sentire forte la presenza dell’azienda» ha detto il Chief HR officer Fusco Fausto: «Vogliamo creare percorsi per i neolaureati e i neodiplomati cercando di fare dello stage semplicemente una tappa in un percorso più ampio».

Nestlé nell’anno della pandemia ha assunto 345 under 30, prevalentemente con contratto a tempo determinato della durata di un anno, su un organico aziendale in Italia di oltre 3.600 dipendenti. «Siamo felici di poter dire che Nestlé assume, e che assume ragazzi anche al di là dello stage» è stato il commento Giovanna Raffi del Talent Acquisition team di Nestlé nel ritirare il premio: «Il nostro impegno sui giovani è un impegno non solo a livello nazionale: Nestlé ha una grande responsabilità anche a livello di gruppo, a livello globale».

Premiato anche il Gruppo EY, che ormai di questo specifico premio ha una vera e propria “collezione” data la sua propensione ad assumere direttamente: nel 2020 ha messo sotto contratto 339 under 30, prevalentemente con contratto di apprendistato e 82 direttamente a tempo indeterminato, su 4.155 dipendenti. Maria Casagrande, Employer Branding Specialist, si è detta «contentissima quest’anno di questo premio perché abbiamo fatto una quantità di sforzi verso i nuovi assunti, verso i nostri stagisti e i nostri tantissimi apprendisti. Già nell’apprendistato abbiamo una formazione che è obbligatoria ma ne facciamo anche di più, tanta di più: in EY la formazione è di una qualità incredibile».

stage lavoro illimityAd aggiudicarsi l’AwaRdS per la miglior performance di assunzioni dirette di giovani anche illimity, l’unica banca attualmente presente nell’RdS network, con 31 giovani assunti nel 2020 senza passare attraverso lo stage, quasi tutti direttamente a tempo indeterminato, su 443 dipendenti. A ritirare il premio la Team Leader Talent Acquisition & Development Ilaria Pascutti e la Talent Acquisition & Development Junior Specialist Melany Bresciani, che ha sottolineato come in illimity puntino «tantissimo sul potenziale delle persone». Bresciani, a sua volta fresca di laurea, non ha nascosto «a volte è anche difficile trovare aziende che puntino su di te anche quando magari non hai nessuna esperienza», citando l’assurdità purtroppo frequente degli «stage solo per persone con esperienza!». Per quanto riguarda le assunzioni dirette, sono un modo per «dare una possibilità anche a quei giovani che sono già pronti per fare il salto, sia con un’assunzione a tempo indeterminato sia con apprendistato».

Un AwaRdS speciale è quello “10anni+ con RdS” consegnato quest’anno a Danone per celebrare il (primo!) decennio di collaborazione con la Repubblica degli Stagisti. Danone ha aderito all’RdS network nel lontano 2011: «Grazie per questi dieci anni insieme» ha detto Martina Boriani, HR business partner: «In questi dieci anni Danone è cresciuta tantissimo, siamo diventati una Bcorp, facciamo parte di questo gruppo di aziende virtuose. Siamo cresciuti tantissimo anche nella gestione degli stageurs: e su questo devo ringraziare anche la Repubblica degli Stagisti. Abbiamo fatto dei passaggi importanti, l’ultimo e più significativo che mi viene in mente è quello di garantire il welfare ai nostri stagisti, che beneficiano di 2.300 euro netti all’anno suddivisi per semestre, oltre al rimborso spese; e se l’abbiamo fatto è anche grazie al vostro supporto».
 
Il “Bollino OK Stage” della Repubblica degli Stagisti, infine, quest’anno è andato a: Arval, Bip, Bruschi, Danone, Everis, Ferrero, Giappichelli, EY, Sapio, illimity, Manpower, Marsh, Mercer, Meta System, NWG Energia,  Prometeia, Sic, Sperlari, Spindox e T4V.

Community