Meno opportunità di stage in tutta Italia a causa del Covid: calo del 37 per cento nei primi nove mesi del 2020

Scritto il 23 Feb 2021 in Notizie

Coronavirus covid dati su stage diminuzione degli stage ministero del lavoro numero degli stage stage extracurricolari

Nel 2020 i tirocini sono decisamente diminuiti. Mancano ancora i numeri degli ultimi mesi dell’anno (per la precisione manca il quarto trimestre), è vero, ma il dato relativo ai primi nove mesi del 2020 è ben eloquente: un calo del 37% delle opportunità di stage.

La Repubblica degli Stagisti ha chiesto e ottenuto dal ministero del Lavoro i numeri relativi a questo argomento: eccoli. I tirocini extracurricolari (gli unici, ricordiamolo, che vengono conteggiati e monitorati) attivati in Italia tra gennaio e settembre 2020 sono stati 165.146: 85.075 - il 51,5% - hanno coinvolto stagisti maschi e 80.071 – il 48,5% – hanno coinvolto stagiste femmine.      
In calo del 37%, appunto, rispetto ai 263.196 che erano stati attivati nel nostro Paese nei primi tre trimestri del 2019: in quell’anno la suddivisione era stata, per quei nove mesi, di 132.479 stage attivati a favore di maschi e 130.717 attivati a favore di femmine: una percentuale di 50,3% per gli uomini e 49,7% per le donne, quindi parità quasi perfetta.

A livello geografico, considerando i primi nove mesi del 2020, a patire di meno il calo di stage sono state tre regioni del Mezzogiorno: la Calabria con –17% (8.364 tirocini extracurricolari avviati contro i 10.103 del 2019), dunque ben venti punti percentuali sotto la media nazionale; la Sicilia con –19% (7.573 contro i 9.332 del 2019), e la Basilicata con –22% (1.852 contro i 2.366 del 2019). Al quarto posto, poco lontana, si trova la la provincia autonoma di Bolzano con –24% (1.854 contro i 2.452 del 2019).

Le Regioni dove, al contrario, la contrazione delle opportunità di stage si è sentita di più tra gennaio e settembre del 2020 risultano essere l’Umbria con –48% (2.475 attivazioni contro le 4.801 del 2019), cioè undici punti in più della media nazionale; e poi il Friuli Venezia Giulia con –47% (1.872 contro i 3.519 del 2019) e la Toscana con –46% (6.255 contro i 11.441 del 2019).

Ma bisogna anche dire che i dati specifici del terzo trimestre rappresentano, come previsto, un miglioramento rispetto a quelli del secondo trimestre. Il secondo trimestre infatti comprende i mesi di aprile, maggio e giugno: e specialmente i primi due, nel 2020, sono stati quelli del lockdown totale causa pandemia, con gli stage completamente bloccati in quasi tutte le Regioni. Per il secondo trimestre dunque il tonfo era stato fragoroso: dalle oltre 100mila attivazioni di stage registrate nel 2019 si era passati d’un colpo a poco più di 27mila attivazioni nel 2020. Un crollo: –73%.

stage lavoroInvece il terzo trimestre 2020 è stato il momento in cui il peggio sembrava passato: piano piano si stava uscendo dal lockdown, i contagi scendevano, le attività economiche riaprivano i battenti.

Ed ecco quindi perché il confronto tra il terzo trimestre 2020 e il terzo trimestre 2019 non è così clamoroso. La diminuzione c’è, naturalmente, ma è lieve:
68.514 stage attivati, quando l'anno prima nello stesso periodo erano stati 78.043. Un calo del 12% soltanto.

Naturalmente il numero risponde anche alla situazione contingente: nelle attivazioni del terzo trimestre 2020 sono confluite tutte quelle che erano rimaste bloccate nei mesi precedenti causa pandemia, formando quindi un “grumo”: una volta sollevate le restrizioni rispetto al movimento delle persone e all’apertura delle attività, moltissimi tra coloro che avevano sospeso le attivazioni di stage hanno voluto recuperare il tempo perduto. Così si spiega una flessione così modesta nel terzo trimestre 2020.

È molto probabile che i dati relativi al quarto trimestre 2020, quando saranno disponibili, riporteranno una diminuzione nuovamente marcata delle attivazioni di tirocini, anche in ragione del semilockdown vissuto in Italia a partire dall'introduzione delle nuove misure restrittive, in ottobre, e dall'istituzione delle zone gialle-arancioni-rosse da novembre. E a quel punto, con i dati di tutti e quattro i trimestri a disposizione, si potranno tirare le somme su quale è stata la misura del crollo degli stage, nel 2020, a causa del Coronavirus.

Community