A Perugia la prima edizione degli Stati Generali dei giovani: l'associazione dei direttori HR fa il punto su formazione e lavoro

Scritto il 30 Nov 2016 in Notizie

buone opportunitàDisoccupazioneincontro domanda-offerta di lavoro

Come sta cambiando la fase di passaggio dalla scuola al lavoro? Attraverso quali canali arrivano i giovani italiani al mondo del lavoro, come si muovono, come - e con quali competenze - entrano in contatto con le imprese? Si tratta del tema più importante di tutti: senza una buona transizione formazione-lavoro, senza un buon tasso di occupazione e senza una prospettiva per i giovani di trovare un impiego degno e degnamente retribuito in tempi ragionevoli, dopo aver concluso gli studi, nessun Paese sopravvive a lungo termine. Lo sa bene Aidp, associazione che raggruppa 3mila direttori del personale in Italia, che per domani – giovedì 1 dicembre – ha convocato a Perugia la prima edizione degli “Stati generali dei giovani”: una intera giornata di dibattiti e riflessioni sui tre temi chiave (istruzione, formazione e lavoro) per tracciare «scenari, prospettive e investimenti per il nostro futuro».

stage lavoro aidp umbriaL'idea è venuta ad Adriana Velazquez, vulcanica 42enne manager italo-argentina presidente di Aidp Umbria [qui a fianco, in una foto di qualche giorno fa insieme al Gruppo Giovani dell'associazione], che ha voluto pensare in grande progettando nella sua Regione di adozione, dove vive e lavora da molti anni, un evento che “normalmente” avrebbe avuto luogo a Milano, oppure a Roma. «Ma anche Perugia è perfetta, abbiamo una posizione centrale e un tessuto imprenditoriale vivace!» spiega Velazquez: «Puntiamo a far diventare questi Stati generali dei giovani un appuntamento biennale di Aidp, facendone di Perugia la sede permanente».

Una città a vocazione spiccatamente giovanile, con quattro istituzioni formative di alto livello (l'università di Perugia, l'università per Stranieri, il Conservatorio di musica Francesco Morlacchi e l'Accademia di belle arti) che però negli ultimi anni ha un po' sofferto: «Abbiamo avuto una ricaduta negativa dopo il terribile fatto di cronaca del 2007» aggiunge Velazquez facendo riferimento all'omicidio di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa nella casa che aveva affittato a Perugia (per il quale sono stati condannati e poi assolti Amanda Knox e Raffaele Sollecito, giudicato colpevole Rudy Guedé). Anche alla luce di questo è ancor più rilevante «la buona notizia: abbiamo registrato quest'anno un +36% nelle iscrizioni di giovani».

I giovani tornano a farsi attrarre da Perugia, insomma, e Perugia proprio da loro riparte. La prima edizione di questi "Stati generali", ospitata nella Sala dei Notari del bellissimo Palazzo dei Priori, si rivolge a un pubblico formato sopratutto da universitari, neolaureati ma anche studenti di scuole superiori: «Siamo riusciti “miracolosamente” a coinvolgere anche i ragazzi di alcune scuole terremotate, abbiamo un pullman che porterà da Norcia oltre 50 giovani» dice con orgoglio Velazquez.

A questo pubblico Aidp offrirà una giornata densissima di contenuti e anche interattiva: i partecipanti avranno la possibilità di incontrare i soci di Aidp Umbria e i rappresentanti delle aziende presenti ai desk nella Sala dei Sindaci di Palazzo dei Priori, per  «avere un primo contatto con il mondo del lavoro». Tra le aziende disponibili vi sono Aboca, Articolo 1 srl, Gi Group, Manpower, Orienta spa e Randstad Italia.

stage lavoroI quattro dibattiti in programma, tutti strutturati con una parte introduttiva iniziale e poi una tavola rotonda, focalizzeranno in particolare ciascuno un aspetto. Dopo una introduzione ai lavori della presidente nazionale di Aidp, Isabella Covili Faggioli, il primo panel della mattinata alle 09:30 partirà trattando il tema de «Il talento dei giovani per lo sviluppo sostenibile dell’economia e della società». Si comincerà con una introduzione di Romano Benini, giornalista e autore tv esperto di lavoro e docente alla università La Sapienza, che intervisterà il coordinatore del Centro Studi Aidp dedicato alla presenza giovanile nel mondo del lavoro, David Trotti. Poi spazio a una tavola rotonda sulla «presenza giovanile nel mondo del lavoro», moderata da Serena Santagata del gruppo Giovani di Aidp Umbria, che coinvolgerà il presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Umbria Marzio Presciutti Cinti, la presidente dei Giovani Imprenditori di Confcommercio Toscana Simona Petrozzi, il presidente di Eurodesk Italy Ramon G. Magi, e Alfredo Mattiroli di International Fashion Consulting.

Anche il secondo panel della mattinata, «Dopo gli studi, il lavoro: percorsi e competenze. Cosa vogliono le aziende» sarà suddiviso in due parti. La prima avrà una introduzione di Luca Ferrucci, docente del dipartimento di Economia dell'università di Perugia, e una intervista ad Adriano Bei, dirigente del Servizio Istruzione e Formazione professionale della Regione Umbria. La seconda parte sarà la tavola rotonda «Dopo la scuola e l’università ,il gap fra la domanda e l’offerta di lavoro ...» condotta e moderata dalla giornalista Eleonora Voltolina, esperta di lavoro e fondatrice della Repubblica degli Stagisti oltre che presidente dell'associazione Italents (dedicata al tema dei giovani “expat”). A dialogare con Voltolina e rispondere alle domande dei giovani ci saranno l'HR & Communication director di Umbra Cuscinetti Beatrice Baldaccini e poi Luigi Torlai, HR manager di Ducati, e Antonio Guarrera, HR manager di Aboca spa. Prima della pausa pranzo, spazio anche per una mezz'ora di presentazione del lavoro di Aidp Giovani con Enrico Perasso, referente per la Liguria.

Dopo pranzo, alle 14, si passerà al tema dei «Lavori del futuro. Giovani e innovazione. Start-up. Investimenti. Idee e strumenti», con l'introduzione di Stefano Cianciotta, docente di Comunicazione all'università di Teramo, che ispirerà il suo intervento «Allenarsi per il lavoro che verrà» al suo libro «Allenarsi per il futuro» (scritto un paio d'anni fa a quattro mani con Pietro Paganini). Sarà poi la volta di Cristiano Radaelli, presidente di Anitec Confindustria, che presenterà eSkills for Job, un progetto focalizzato sui giovani e sulla promozione delle competenze digitali. La tavola rotonda, moderata da Alessandro Belli del consiglio direttivo di Aidp Umbria, coinvolgerà Stefano Di Giulio, HR business partner di Nestlé Italia (una delle “storiche” aziende aderenti al network virtuoso della Repubblica degli Stagisti!), il founder di ItaliaCamp Luigi Mazza, la segretaria generale di Unioncamere Umbria Giuliana Piandoro e Marco Tili, direttore generale di Gepafin, società finanziaria partecipata dalla Regione Umbria.

Ultimo panel della giornata, quello dedicato a «Giovani e non profit. Opportunità nel Terzo settore. Crowdfunding. Sviluppo e cooperazione». Qui Aidp ha affidato l'introduzione a Paolo Nicoletti, presidente di Etimos Foundation, e per la tavola rotonda ha riunito i punti di vista del presidente del Forum degli oratori italiani, Don Riccardo Pascolini, del portavoce del Forum Regionale Giovani dell'Umbria, Gabriele Biccini, e poi di Donatella Boccali della Fondazione Marisa Bellisario e Marcella Loporchio, CrowdMentor di Aidp Puglia. A moderare Sylvia Liuti, vicepresidente di Aidp Umbria.

Un evento importante in una Regione, l'Umbria, che ha oltre 130mila giovani tra i 15 e i 29 anni residenti sul suo territorio, e vede ogni anno l'attivazione di circa 6mila tirocini (con un tasso di trasformazione in lavoro però tra i più bassi d'Italia, fermo al di sotto del 7%). Con l'auspicio che possa “oliare” la cinghia di trasmissione tra formazione e lavoro, e aiutare il “matching” tra aziende in cerca di nuovo personale e giovani in cerca di lavoro.

Community