Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

sono una grafica già esperta, ma mi propongono uno stage 3+3: devo accettare?

8 anni, 6 mesi fa di kabubi

Buonasera, avrei bisogno di un vostro consiglio.
Ho studiato grafica, subito dopo ho iniziato a lavorare come grafica in uno studio, e in due azienda (nelle quali eri l'unica a ricoprire tale ruolo).
Al momento sto lavorando in un'altra azienda (sempre come grafica) tramite agenzia interinale...non è il massimo in quanto sono provvisoriamente lì per qualche mese.
Tempo fa mentre cercavo lavoro ho inviato un sacco di curriculum, ora, uno di quelli che mi avevano detto essere al completo, mi ricontatta dicendomi che cercano una persona per ampliarsi. Inizialmente sono felicissima, poi viene fuori che però assumono 3+3 mesi in stage.
Quello che mi fa infuriare è questo: la persona che mi ha chiamata, ha visto il mio curriculum prima di propormi uno stage,sa benissimo che il mio lavoro lo so svolgere e sono perfettamente autonoma.
Non sono più nemmeno apprendista, ho un buon livello, percepisco una buona paga...vale davvero la pena che ora faccia un passo indietro?
Non mi pare proprio giusto.
(ora, spero di essere stata chiara,se avete bisogno di ulteriori elementi per consigliarmi, chiedete pure).
Grazie per l'attenzione.

Eleonora Voltolina

8 anni, 6 mesi fa

Cara Kabubi

il contratto tramite agenzia interinale, anche se certamente non dà grandi garanzie rispetto alla continuità del lavoro, è un contratto mooolto più tutelante di molti altri: e non è nemmeno paragonabile a uno stage, che per sua natura non è nemmeno un rapporto di lavoro!

Quindi il consiglio spassionato è di continuare a mandare in giro il tuo cv, in vista della scadenza del contratto, per trovare altre occasioni: ma di guardarti bene dal fare un passo indietro anzichè avanti, passando da un contratto a uno stage.

Fai bene a dire che ti sei infuriata e a sottolineare che il selezionatore aveva cognizione del fatto che tu fossi già esperta nel settore, avendo potuto studiare il tuo cv prima di chiamarti. Fare un'offerta al ribasso è uno stratagemma incredibilmente scorretto, specie quando si ha di fronte un candidato che è manifestamente già formato rispetto al settore per il quale si sta svolgendo la selezione.

Nel mio libro ho raccolto una storia per certi versi simile alla tua, nel capitolo «Gli stage giusti e gli stage sbagliati». Ne affido a questo Forum un piccolo stralcio:

«Alice ricomincia a guardarsi intorno e a mandare curriculum, specialmente alle aziende che operano nello stesso settore: convinta che un’esperienza di sei mesi nell’azienda leader del mercato le frutterà qualcosa. E in effetti qualcosa le frutta: molte, troppe altre proposte di stage. "Una volta su un motore di ricerca risposi a un annuncio che proponeva un contratto di lavoro presso una nota multinazionale del settore cosmetico" ricorda Alice: "Mi presentai, ma dopo un’ora di colloquio individuale mi dissero che potevano offrirmi un posto da stagista. Mi arrabbiai molto, sottolineando che avevo risposto a un annuncio che proponeva un lavoro, non uno stage: ma mi risposero che ero una neolaureata e che pertanto non potevo certo ambire a un lavoro vero". Malgrado i risultati universitari brillanti, le esperienze all’estero e un lungo stage in un’azienda prestigiosa, Alice non riesce a superare il "problema" più grande: la sua età. Pare che nessuna azienda prenda in considerazione la possibilità di dare a una venticinquenne un lavoro vero: a una persona così giovane il massimo che si può offrire è uno stage».

Non so quanti anni tu abbia, ma so per certo che una persona che è già in grado di fare un mestiere, anche se giovane, non dovrebbe accettare uno stage. Facci avere tue notizie!

luys

8 anni, 6 mesi fa

Quando scade il tuo contratto con l'azienda?
Che prospettive ti danno in quest'agenzia che ti ha chiamata?
Riflettici...
Guarda, io ho lavorato per un paio di anni buoni a Milano in una multinazionale, pensa che il mio primo contratto è stato subito a tempo determinato! Non ho dovuto fare la trafila dello stage e ringrazio tuttora le persone che mi hanno dato fiducia e hanno creduto che in me, ma con a crisi la mia testa è stata una delle prime a saltare, mi hanno sostituita con uno stagista a 150 euro al mese... Ora invece tanti, troppi, se ne approfittano. Perchè, diciamocela tutta, conviene economicamente alle aziende!
Forse sono stata sfortunata io, ma mi chiedo come sia possibile mandare avanti un paese senza investire realmente sulle persone. Come possiamo noi giovani (e non solo) pensare di mantenerci con rimborsi spese ridicoli o peggio assenti?
Perciò ti consiglio di continuare a cercare lavoro (lo so è dura) e vedrai, troverai qualcuno che ti darà una possibilità!
Intanto ti suggerisco un blog molto carino, in cui si denunciano gli "abusi" sui creativi,
http://creativevendetta.blogspot.com/
Se siamo uniti riusciremo a spuntarla!
Buona giornata,
Luis

kabubi

8 anni, 6 mesi fa

Solitamente si direbbe "mal comune mezzo gaudio"...ma questa situazione non mi da il minimo mezzo gaudio.
Porcamiseria, non è giusto.
Ecco, magari in aziende molto grosse o studi molto importanti potrei forse accettare (sai, mettere nel CV che hai fatto anche solo uno stage in una realtà motlo conosciuta è di certo un'ottima presentazione).
Tra l'altro so che TUTTI gli studi grossi, nei grandi centri, tipo a Milano centro, prendono solo stagisti, e lì, è chiaro che o accetti o non andrai mai da nessuna parte.
Ma io sto parlando di un paesetto di provincia nel Veneto, lo studio è composto da 4 persone!
Siamo al limite del ridicolo secondo me...non ci siamo proprio.
Non posso che dirti (e dirmi) IN BOCCA AL LUPO... :)

luys

8 anni, 6 mesi fa

Cara kabubi,
siamo sulla stessa barca... Sono grafica anche io e, nonostante una laurea e ben 2 master, più quasi 3 anni di esperienza lavorativa, mi vengono proposti sempre stage, spesso camuffati da lavoro in nero.
Il problema che il nostro è un mestiere abbastanza inflazionato e le aziende preferiscono avere un continuo turn-over di stagisti (sottopagati o GRATIS) che investire in una persona.
Ho mandato anche io centinaia di curricula e comincio a essere stanca di questa situazione di continuo sfruttamento. Uno degli ultimi colloqui che ho fatto è stato in una grossa (MOLTO GROSSA) azienda di moda, in cui mi hanno proposto uno stage dai 6 ai 9 mesi a 200 euro al mese + buoni pasto, senza possibilità di inserimento al termine dello stage.
Cercavano tra l'altro una persona che avesse già esperienza in campo editoriale (cataloghi, look book e aiuto per l'ufficio stile tra le tante...)!
Ho ringraziato la resp. risorse umane e me ne sono andata, rifiutando l'offerta.
So che stanno sempre cercando e penso che non si meritino il mio tempo e la mia professionalità, ho già fatto un'esperienza di stage davvero atroce e sentirmi trattata come una incapace (senza nemmeno esserlo) e umiliata ogni giorno perchè nn leggevo nel pensiero del tutor sia davvero avvilente.
Per cui ti consiglio di tenerti stretto il tuo lavoro, non penso che ne valga la pena lasciarlo per uno stage!

Torna al più nuovo