Stage Ufficio Stampa

8 anni, 11 mesi fa di alessia12345

Salve a tutti... mi sono laureata un anno fa in PR ...le mie esperienze di stage non sono state molto belle.. Vorrei anche capire come si possa sfruttare così la gente...
Lo stage era per uno studio di un architetto con mansione in un ufficio stampa (questa volta era vero). Al colloquio mi aveva detto che ci sarebbe stato un rimborso spese (400 euro), avrei scritto su una rivista, scritto comunicati stampa....esaltata finalmente di aver trovato tutto ciò ho sfoderato le mie carte migliori per poter essere presa.
Direte tutti bè di cosa ti lamenti?!
Il primo giorno ho scoperto che il "datore di lavoro" prende stagisti a rotazione di 4 mesi.Mi spiego meglio: lo studio è composto da Lui, lui e ancora lui...le altre 4 persone che mandano avanti il lavoro sono stagisti che a rotazione di 4 mesi vengono cambiati. E' possibile??? La legge lo permette?
Io non avevo una scrivania ma un tavolo da disegno con uno sgabello e una lampada..niente aria condizionata...e nello studio non sono presenti gli allacci dei caloriferi! E' possibile anche questo?
Ma non finisce qui...durante il 1°mese il rimborso spese non l'ho visto, ho fatto rassegna stampa,ho scritto articoli (solo uno a mio nome...perchè anche le altre ragazze han bisogno di farsi conoscere!!!) e i comunicati stampa li ho fatti ma non arrivavo al nocciolo del prodotto ma non avendo MAI scritto un comunicato durante la mia carriera universitaria e senza delle linee guida che in teoria doveva darmi questo signore (a detta sua non aveva tempo di seguirmi per queste cose e parole sue: “Una ragazza che vuole fare comunicazione queste cose le deve fare ad occhi chiusi”! e mi dava dell'incompetente) mi risultava difficile.
Quando finalmente ha trovato 10 minuti del suo sacro tempo da dedicarmi mi ha detto che non riusciva ad aiutarmi nella stesura dei comunicati perché io con la mia scrittura avevo condizionato il suo pensiero. ???!!!!
Mi è stato detto inoltre di mettere i prezzi su alcuni prodotti con l’IVA del 20%...cosa banalissima…ma per lui no; mi ha chiesto quale metodo usassi per farlo…?!
Da metà luglio questo signore ha iniziato a parlarmi dei suoi problemi nel pagarmi e della crisi del mondo; tutto questo quando arrivavo la mattina presto e non c’era ancora nessuno in ufficio (io ero la prima ad arrivare); ogni mattina anche lui arrivava prima per chiedermi il tipo di lavoro dei miei genitori e il mio tenore di vita, cosa avrei fatto durante le vacanze...
Il giorno prima della chiusura estiva è arrivato con 200 euro in contanti ed io che ho ringraziato per la sua generosità.
Al rientro è cambiato tutto..piegavo volantini (per la fiera di fine settembre a bologna - sicuramente sarei dovuta andare a spese mie-), andavo dal ferramenta e a comprare vernici...oppure guardavo fissa nel vuoto perchè lui non mi dava più nulla da fare.
Questo stage l'ho trovato grazie all'università (la quale è stata informata)...ed ho scoperto che molto cose che mi han fatto fare non potevo farle: firmare articoli perchè non sono pubblicista ma stagista, uscire dall'ufficio e andare in fiera senza avvisare l'università perchè non sarei stata coperta da assicurazione eccc...Ho scoperto che ha dichiarato il falso dicendo di avere più dipendenti (per poter prendere stagisti).
E' possibile che queste persone possano fare determinate cose e non ci sian dei controlli veri???

Torna al più nuovo