Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

lo stage ormai è diventato un circolo vizioso

10 anni, 7 mesi fa di laura

Ciao a tutti..
ho quasi 28 anni, laureata in lingue a pieni voti, e tra poco finisco il mio quarto stage...

inizio nel 2003 mentre ancora studentessa universitaria faccio un anno in una società di consulenza come personal assistant, affiancando una persona che faceva il part time perchè appena rientrata dalla maternità...
ovviamente finito l'anno mi hanno detto "sei brava ma vedi, lei torna a fare il full time e noi non abbiamo bisogno di un'altra risorsa, ci spiace tanto perchè sei brava.

nel 2005 seconda esperienza in una casa editrice.. 4 mesi in cui mi danno una base di correzione bozze e web editing e poi nessun rinnovo o nessuna assunzione perchè anche "se ero brava avevano problemi economici e quindi non potevano assumere" evabbè...

grazie a qualche miracolo inizio a collaborare con un'agenzia e faccio qualche lavoro come receptionist.. ma, volendo provare a tutti i costi a fare un lavoro che mi piacesse..., decido di riprovare con le aziende...
nel frattempo è arrivato la fine del 2007 e trovo un altro stage in una casa editrice di riviste trade... scrivo brevi articoli, aggiorno il sito web.. finisco i 6 mesi (ovviamente gratuiti) e mi dicono che se volevo potevo rimanere altri 6 mesi ovviamente ancora gratis e senza nessuna speranza di inserimento alla fine...

casualmente arriva in quel momento la possibilità di stage in un centro media importante.. faccio il colloquio dove parlano di 6+6 con rimborso spese e poi assunzione alla fine... (data per scontata!!) qui mi trovo bene, lavoro stupendo.. mi trovo a volte a fare orari assurdi ma lo faccio volentieri pensando che alla fine se davo tanto mi sarebbe finalmente tornato indietro qualcosa... e invece le assunzioni sono bloccate, non ho ancora finito che già si sono trovati la futura stagista che prenderà il mio posto (segno evidente che una risorsa serve!!) e con dispiacere mi hanno detto "sai che se il momento fosse stato diverso avresti già firmato! sai che ti stimiamo e che sei brava! però abbiamo provato ma non ci siamo riusciti..proprio non possiamo"

Così per l'ennesima volta essere bravi non serve a niente.. perchè a cosa serve? a trovare un altro stage? beh IO HO GIà DATO!! in fondo lo stage dovrebbe servire come strumento per inserire le persone nel mondo del lavoro.. non per diventare un circolo vizioso..
eppure ovunque guardo le offerte di stage superano quelle di lavoro..
certo è che la fiducia nella serietà delle aziende la si perde... perchè gli stagisti non sono più i ragazzi lì per imparare.. dopo 2 mesi la m aggior parte delle volte sono completamente autonomi e produttivi.. e costano 0!!! quindi cavolo.. io azienda ci vivo sopra...
personalmente penso che ci siano troppe aziende che si appoggiano sugli stagisti.. se poi almeno li confermassero sarebbe accettabile ma così proprio non lo è...

ma alla fine...

forse anche per gli stage vale la stessa regola delle tessere punti del supermercato...
dopo 5 stage VINCI un rimborso spese decente
dopo 10 stage VINCI un fantastico contratto a progetto... (se sei fortunata!!)

sabri

10 anni, 1 mese fa

Scusate qualche errore di grammatica ma l'argomento mi tocca talmente tanto che sono vicina a tutte voi ,solidale e auguro che le persone buone econ voglia di fare siano prima o poi premiate.Bisogna crederci e nn mollare prima o poi chi vale emerge,io ne so qualcosa che essendo orfana di genitore e andata via dal sud italia ,ho lottato per la mia formazione e continuo ancora a nn fermarmi e punta nn sul fatto di avere una laurea mi di avere dei valori che cerco di far trasparire in ogni colloquio....

sabri

10 anni, 1 mese fa

Anch'io mi unisco a tutte voi e inutile dirsi abbiamo tutti avuto le stesse esperienze .Ma una cosa è certa fin quando tutti diremo si agli stage nulla cambiera e le azinde faranno la parte del leone sempre.Se invece per una volta si dicesse no grazie forse qualcosa cambierebbe perche ricordiamo che spesso nei posti di lavoro ci sono raccomandati fannuloni e pagati nn da stagisti.un po di colpe le abbiamo anche noi giovani per una situazione che ha portato ad un mercato squilibarto e dove le aziende scelgono chi si svende di meno...Per una volta tutti dovremmo dire no e allora si che forse nn ci sarebbe solo offerte di stage ma anche dignita e valorazzazione .

Eleonora Voltolina

10 anni, 2 mesi fa

Ciao nausicaa, grazie di essere passata a raccontare la tua esperienza... Ti va di dare un po' di dettagli in più rispetto alla tua esperienza di tirocinio Leonardo? E' durata 3 mesi o di più? A quanto ammontava il rimborso spese e - sopratutto - ti è bastato a coprire tutte le spese, o hai dovuto metterci qualcosa del tuo? Chi era il "proponente"? Per quanto riguarda poi le offerte che hai trovato sul mercato del lavoro di Milano, forse non ho capito bene: hai trovato uno studio veterinario che ti offre un posto per 8 euro al giorno, vale a dire meno di 200 euro al mese??

nausicaa

10 anni, 2 mesi fa

Buondì a tutti.
Mi chiamo Nausicaa, sono laureata in Medicina Veterinaria alla Facoltà di Milano.
Durante i primi tre mesi di quest'anno ho avuto l'occasione di patecipare al Progetto Leonardo, nel mio caso presso L'Oceanografic di Valencia, Spagna. Esperienza fondamentale, unica, irrinunciabile data l'unicità del settore in cui mi muovo. E nel mio caso remunerata a sufficienza per vivere in una città come Valencia, appunto.
Già molti prima di me l'hanno sottolineato,lavorare all'estero costituisce un'esperienza di vita, un vero e proprio arricchimento interiore, una possibilità per migliorare.
Questo, come persona.
MA nessuno di noi va all'estero per tale ragione, ciò che ci muove, ciò che mi ha mosso, è stata la necessità di un miglioramento nel mio settore professionale, quindi quello della medicina veterinaria, che qui non mi era possibile. Ho incontrato persone capaci ch non si sono risparmiate, che hanno svolto un compito di formazione che qui è altamente snobbato. Ottima tattica per ridurre la concorrenza.
Sono pienamente soddisfatta di questa esperienza e dei risultati raggiunti, quindi ben venga uno spostamento, uno stage, come qui viene chiamato.
Altro discorso è che poi queste capacità acquisite vengano riconosciute qui, in Italia, a "casa"...ripeto, sono di Milano, in una clinica mi hanno offerto un euro all'ora, che dite, accetto?!

luz

10 anni, 5 mesi fa

Io ho iniziato ora la mia odissea per trovare uno stage. Sono laureando in informatica, e a quanto vedo le aziende che propongono stage offrono tutte un rimborso spese che va dai 500€ in su. Probabilmente per chi è laureato in lingue è diverso.
Essendo una laurea inflazionata, con tantissima domanda e poca offerta, molte aziende ci marciano e offrono stage gratuiti, tanto il ricambio si trova sempre.

Riccardo

10 anni, 6 mesi fa

ciao,figurati e' ke questo x me e' 1 periodo critico, in+ non ho Internet in appartamento e nn riesco a intervenire spesso..cmq volevo dirti: x fare il ct in tribunale (come traduttore) nn mi sembra occorra essere assunti da chicchesia, ne essere geni..prova a vedere, nn m ric i dettagli. Anche in EU nella cara bruxelles cercano molti traduttori(document in28 lingue..+tutti i lobbisti che c sn...)cerca su Internet la sezione adatta, ma spesso le lingue sn strane (AAA cercasi traduttore finlandese portoghese...)poi occhio, che ovvio che all'estero i format dei CV cambiano (esempio+stupido:in USA e canada non ci va la foto e la data d nascita..)prima d spedire in un paese controlla..si nota che sn emigrato?;)ciao riky

lauracogni

10 anni, 6 mesi fa

Ciao, grazie per i consigli, a dire la verità stupidamente non ho mai pensato di eliminare la parola "stage" dal cv.. proverò! Infatti sono d'accordo con voi, gli stage non retribuiti non li prendo più in considerazione, considero solo quelli che hanno un buon rimborso spese e che non mi obblighino a trasferirmi perchè, come te, non sarei in grado di mantenermi con un misero rimborso spese. Per la faccenda della traduzione per i tribunali: la traduzione è proprio il mio settore, ho fatto la laurea specialistica in traduzione ed è proprio questo il problema, sono ben partita da case editrici e agenzie di traduzione e qualsiasi cosa che avesse a che fare con la traduzione, me non ho ricevuto nemmeno una risposta, nonostante gli ultimi due stage (non retribuiti) che ho fatto fossero proprio nell'ambito della traduzione, uno per un'agenzia e uno per una casa editrice abbastanza nota. Nel momento in cui ti vedi chiudere le porte in faccia nel tuo settore è davvero frustrante perchè ti dici cavoli se non ho trovato qui come faccio a trovare in settori per cui non sono nemmeno qualificata? e allora provi ad allargare le vedute, cosìho iniziato a spedire cv a qualsiasi azienda, ente o non so cosa che avesse a che fare con l'estero.

Riccardo

10 anni, 6 mesi fa

Ciao!sono daccordo,meglio in piccolo rimborso che niente..quello che intendevo dire era più di concetto. Nel mio caso, ad esempio, non posso non guadagnare abbastanza da mantenermi da solo, per tutta una serie di motivi. Ergo, domande per stage=0. E il mio problema con gli stage e' magicamente risolto. Non so che siti guardi x offerte d lavoro, ovvio che quelli Italiani fanno schifo. Mai li ho guardati e mai li guardero'. In compenso, ho degli allarmi su altri siti ben migliori (per i miei settori) e devo dire che sebbene in quantita' minori, nelle zone"hot"- per me HK,NY etc.-qualcosa c'e'..la scusa non assumo solo per la' crisi nell'ultimo anno l'ho sentita solo in ita..poi e' vero, la madrepatria e' messa proprio male...scusa se mi permetto di chiederti..6laureata in lingue?hai mai pensato anche a fare il traduttore x tribunali?in generale hanno sempre bisogno, almeno a quanto ricordo....nn farai milioni, ma sempre meglio d farsi sfruttare,no?:)ciao,riky

laura

10 anni, 6 mesi fa

beh sul fatto del cercare lavoro non posso che dirti che piuttosto che stare a casa a prendere nulla direi che anche il misero rimborso è sempre meglio di nulla... perchè io dei miei 4 stage solamente 2 sono stati gratuiti... in più almeno metti a cv qualcosa..
per il resto.. adesso ho iniziato il 5°!!! grossi complimenti per me...

certo che puoi cercare lavoro ma prova a entrare in un sito di lavoro e vedi quante sono le offerte di stage e quante quelle di lavoro.. se in più ci metti il momento di "crisi" direi che trovare un contratto equivale al miracolo...

Per il resto.. sul mio curriculum ti assicuro che la parola stage è scomparsa dalle esperienze precedenti già da un po'...

Riccardo

10 anni, 6 mesi fa

Ciao, scusatemi se vi faccio una domanda, non prendetemi per supponente..ma non vi stufate a lavorate gratis?perche' ancora accettate o rispondete alle offerte di stage? Io, tra lavorare gratis e starmene a casa, sempre gratis, a cercare un lavoro pagato, scelgo la seconda...x laura: hai ragione, ma secondo me devi anche spiegarlo che in italia spesso lo stage e' lavoro:) io ad esempio direi (e dico sempre, nei colloqui) di aver fatto esperienza nel ruolo x dell'azienda y. Che poi in ita la forma contrattuale fosse quella d stage, chissenefrega,no?;) saluti ,riky

lauracogni

10 anni, 6 mesi fa

Ciao Laura, leggere la tua storia mi ricorda molto la mia! Anch'io sono laureata in lingue, anch'io ho fatto quattro stage, di cui solo uno con rimborso spese (ormai un miraggio)e anch'io mi trovo in questo circolo vizioso da cui davvero non so come uscire. Ho voluto fare gli stage durante gli studi nella convinzione di accumulare così delle esperienze che mi aiutassero, una volta laureata, a trovare un lavoro: e invece scopro che quelle esperienze dalle aziende non vengono considerate granchè come esperienze di lavoro! Ho provato a cercare qualcosa anche all'estero ma lì la situazione non è certo migliore per un neolaureato: se non hai almeno due anni di esperienza professionale non ti considerano nemmeno, e se chiedi uno stage ti rispondono che gli stage sono rivolti solo agli studenti! In Italia, come già detto ampiamente nei vari post del forum, è quasi ridicolo chiedere di essere assunti, ci si vede proporre solo stage. Ma a furia di fare stage senza prospettive una persona come fa ad accumulare gli anni di esperienza per cercare un lavoro dignitoso? Io non vedo davvero vie d'uscita. E vedere così tanta gente nella mia identica situazione me lo conferma.

Torna al più nuovo