Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

La gerontocrazia avvelena l'Italia: se i migliori sono i più anziani, la gara è già persa in partenza

7 anni, 6 mesi fa di Alessandro Rosina

Link all'articolo originale: La gerontocrazia avvelena l'Italia: se i migliori sono i più anziani, la gara è già persa in partenza Viviamo in un paese “gerontocratico”? Diciamo che ci sono buoni motivi per ritenerlo. Quantomeno possiamo affermare che tra i paesi più sviluppati il nostro è quello che si avvicina di più ad un sistema politico nel quale le posizioni di prestigio e potere sono saldamente nelle mani delle generazioni più anziane.L’età media dell’intera classe dirigente italiana è ben rappresentata da quella dei componenti dell’attuale governo, pari a 64 anni. L’età matura degli attuali ministri non è quindi un’anomalia all’interno del ...

LuMaria

7 anni, 6 mesi fa

Gerontocrazia o creditocrazia? A me sembrano oltre che anziani i nostri premier (Prodi in confronto a Berlusconi e Monti sembrava un ragazzino!!)che siano sempre espressione di banche o colossi finanziari propri o di terzi.
Quando mai potremo avere un ragazzo libero ed autoreferenziato alla guida di un governo? penso a Renzi, alla Meloni... potranno mai arrivare a comandare sul serio?
Per esempio Renzi da molti criticato ha fatto diventare Firenze un gioiellino anche dei nostri giorni e non solo per la splendida eredità lasciata dai nostri avi.
Mettere un limite massimo per esempio 60 anni per la gestione della cosa pubblica sarebbe anacronistico in un paese di vecchi trombini?
Che ne pensate?

Torna al più nuovo