Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

27 anni, restare in Italia o partire?

10 mesi fa di user286301

Salve a tutti.
Sono una ragazza di 27 anni. Ho una laurea umanistica conseguita due anni fa, conosco molto bene il tedesco (ho fatto tre Erasmus in Germania) e adesso mi trovo in una situazione di totale confusione. In seguito alla laurea ho svolto un Master in Comunicazione, uno stage in un'azienda di organizzazione di eventi e una supplenza in una scuola pubblica come assistente amministrativo contabile. Non so ancora che strada prendere dal punto di vista lavorativo, mi piacerebbe però migliorare il mio francese attraverso un'esperienza all'estero. Ho trovato un lavoro in Francia per sei mesi come insegnante di italiano, ma, per quanto felice di svolgere questa esperienza, sono piena di dubbi. Non so se realmente voglio insegnare, non ho mai provato, però mi piacerebbe capire se sono tagliata per questo mestiere. E se non dovesse piacermi e al mio ritorno volessi provare altro sarebbe ormai troppo tardi? Nel senso che avrò 28 anni una volta finita questa esperienza e mi chiedo se ad esempio per un'azienda sarei troppo "vecchia" e se un'esperienza di insegnamento nel CV potrebbe pregiudicare possibilità lavorative in altri ambiti.
Grazie a chi saprà consigliarmi!

Redazione_RdS

9 mesi, 3 settimane fa

In realtà tu hai già la risposta dentro di te! E' dentro questa frase che scrivi, "Non so se realmente voglio insegnare, non ho mai provato, però mi piacerebbe capire se sono tagliata per questo mestiere". Hai voglia, hai un'opportunità: saltaci su e sfruttala al meglio.

Ventisette anni adesso ti sembrano tanti, ma nell'economia di una vita sono pochissimi. Hai ancora tanto tempo per fare esperienze, e anzi, adesso è il momento migliore per fare quelle un po' più "eclettiche", perché probabilmente non hai ancora vincoli - un mutuo, dei figli... - che potrebbero rendere più difficile un domani (anche se non impossibile, eh!) la scelta di fare la valigia e partire.

Lato opportunità di lavoro in Italia, questa esperienza francese non potrà che essere un plus sul tuo curriculum, perché ti avrà permesso di imparare bene una seconda lingua oltre al tedesco che già parli fluentemente, e dimostrerà ai recruiter il tuo spirito di iniziativa e la capacità di adattarti a nuovi contesti. Quindi no, non pensiamo che potrebbe pregiudicarti nella ricerca di lavoro in ambiti diversi da quello dell'insegnamento delle lingue, al contrario!

Quando dovrebbe partire questo contratto?

Torna al più nuovo