Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

Durata stage: 3+3 mesi o 6 mesi?

1 mese fa di gsros7

stagetirociniotirocinio curricolare

Salve,
ho iniziato da settembre uno stage curricolare.
Nel piano formativo individuale la durata è fino a marzo e il numero dei mesi indicati sono 6. Tuttavia, dato che mi avevano inizialmente parlato di un tirocinio con la formula 3+3 volevo sapere se nel piano questa dicitura non viene semplicemente indicata o lo stage è alla fine di 6 mesi effettivi. Nel caso fosse 3+3 cosa comporta? A metà del percorso (che sarebbe dicembre) cosa succede?
Grazie!

Redazione_RdS

1 settimana, 2 giorni fa

L'interlocutore giusto a cui porre domande di questo tipo, Gsros, è il tuo tutor del soggetto promotore. Se guardi nella tua convenzione di stage dovresti trovare nome e cognome di questa persona, che è responsabile del tuo percorso di tirocinio e che dunque è lì anche per rispondere ai tuoi dubbi in itinere. (Peraltro, essendo il tuo tirocinio curricolare, il soggetto promotore dovrebbe essere una istituzione formativa giusto? La tua università, o la segreteria didattica di un corso di formazione o master che stai frequentando?)

Nel tuo caso specifico ci sembra abbastanza chiaro che la durata prevista e concordata per il tuo stage sia 6 mesi. Tutti gli indizi combaciano: il numero di mesi indicati come durata complessiva nel progetto formativo individuale, il riferimento a marzo come mese di conclusione dello stage.

Probabilmente in sede di colloquio ti avevano parlato di un 3+3 perché alcune aziende preferiscono esprimere così le loro offerte di stage semestrali, per non "impaurire" i candidati dando una prospettiva di stage troppo lungo. La stessa cosa avviene con la formula 6+6 in caso i tirocini siano di un anno. Vi sono infatti molte persone che guardano con sospetto le offerte di stage di durata eccessiva; dunque spezzare in due l'orizzonte temporale, offrire una prospettiva alternativa in cui lo stage potrebbe anche durare solamente 3 mesi, è in alcuni casi rassicurante.

Peraltro, può anche capitare che lo stagista performi talmente bene, e apprenda in maniera talmente veloce le nuove competenze, che davvero al termine della prima tranche l'azienda decida di interrompere lo stage, senza dunque usufruire della seconda tranche, e di avviare invece un vero contratto di lavoro. In questo caso lo stage viene interrotto anzitempo, comunicandolo ovviamente al soggetto promotore, e si procede con una assunzione.

In altri - molto rari a dire la verità - casi, è il soggetto promotore a imporre la formula con il +, per scoraggiare stage troppo lunghi e riservarsi la facoltà di valutare la opportunità (o non opportunità) di un prolungamento al termine della prima tranche.

Ma quando è così, la durata scritta nella convenzione di stage è quella ridotta (cioè solo la prima tranche), e la aggiunta (cioè l'eventuale +3) deve essere formalizzata attraverso una proroga. Che è un documento in cui si "prolunga" uno stage già in essere dopo aver concordato (tutti: soggetto promotore, soggetto ospitante e stagista) che per qualche motivo gli obiettivi formativi del tirocinio non sono stati raggiunti nel tempo inizialmente previsto, e c'è bisogno di più tempo.

Ma ripetiamo, in questo caso nel documento che hai in mano sarebbe indicato dicembre come data di fine. Invece, essendoci scritto marzo, vuol dire che la durata già concordata fin dall'inizio era sei mesi.

Torna al più nuovo