Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

Tirocinio MIBAC compatibile con supplenza in una scuola

2 settimane, 6 giorni fa di Lillo49

Buongiorno a tutti,

scrivo sperando che qualcuno mi sappia rispondere visto che mi sono già rivolto a più di un sindacato e non mi hanno saputo dire nulla. Sono stato selezionato nella primavera scorsa per uno dei tirocini extracurricolari presso il MIBACT (Fondo Giovani per la Cultura) che a tutt'oggi non è ancora iniziato. Ho contatti con la sede ospitante ma anche loro non sanno darmi indicazioni rispetto alla data di inizio. Mi hanno detto solo che si tratterà di 25 ore settimanali, 5 ore al giorno. Nel frattempo ho accettato una supplenza annuale presso una scuola statale per 7 ore settimanali.
Nel caso dovesse iniziare il tirocinio, c'è incompatibilità? La normativa riguardante un secondo lavoro nel pubblico o nel privato è molto chiara per quanto riguarda la scuola, ma si parla di lavoro, mai di tirocini. Sul bando del MIBAC era esplicitamente dichiarato che il tirocinio "non si configura come rapporto di lavoro".
Quindi il caso è un po' diverso e si tratterebbe in entrambi i casi di attività part-time. Qualcuno sa darmi qualche indicazione in merito?

Grazie mille
Lillo

Lillo49

2 settimane, 2 giorni fa

In risposta a #31492

Grazie mille, 
no il bando non ha vincoli legati ad uno stato di disoccupazione. So che è possibile conciliare supplenze con il lavoro nel privato (purché si svolga part-time) ma che c'è incompatibilità con il part-time del pubblico. D'altra parte, il bando dice esplicitamente che non si configura alcun rapporto di lavoro. 

Redazione_RdS

2 settimane, 2 giorni fa

Lo stage è solitamente compatibile con "tutto": nel senso che è compatibile con altri stage e/o anche con contratti di lavoro contemporanei. L'importante di solito è assicurarsi che due aspetti siano rispettati: 1) che lo stage non si svolga nello stesso posto dove si ha anche il contratto di lavoro, e 2) che gli orari delle attività di stage e delle attività di lavoro siano compatibili e, sommate insieme, non vadano a eccedere il massimo consentito dalla legge (che, in linea di massima, è 40 ore settimanali innalzabili fino a 48).

Dunque Lillo il tuo impegno presso il Mibact con il Fondo Giovani per la Cultura (di cui peraltro avevamo parlato in vari articoli anche qui sulla Repubblica degli Stagisti! v. questo per esempio: https://www.repubblicadeglistagisti.it/article/tirocini-sei-mesi-mibact-rimborso-spese-mille-euro) dovrebbe essere compatibile con la supplenza, gli orari settimanali, anche sommati, sono evidentemente al di sotto del massimo consentito.

Chiaramente il Mibact, come tutti gli enti pubblici, sottolinea con grande eloquenza il fatto che i tirocini non si configurano come rapporti di lavoro, anche per evitare successive grane con stagisti che poi premessero per avere corsie preferenziali per un'assunzione... com'è accaduto varie volte negli ultimi anni. Ma questo non ha rilevanza nel caso in questione; è semplicemente una prassi consolidata quella di "ricordare" ai potenziali candidati che si stanno candidando a nient'altro che a un percorso di stage, e che non potranno avere pretese di assunzione dopo.

Vale invece la pena controllare controllare con grande attenzione il testo del bando, e capire se vi siano per caso dei riferimenti a un eventuale obbligo, per i candidati, di avere lo status di disoccupazione, e se sì, se siano tenuti a conservare tale status per tutta la durata del tirocinio presso il Mibact. Hai sottomano il bando Lillo?

Torna al più nuovo