Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

Collaborazione occasionale, e poi?

1 mese, 2 settimane fa di Pixel

collaborazione occasionalestagetirocinio

Ciao a tutti.

Ho fatto un colloquio con un'azienda che mi ha proposto di attivare uno stage oppure di lavorare con collaborazione occasionale.
Dato che non è "il lavoro della vita", ma la vedo solo come un'attività per guadagnare qualcosina in attesa di uno stage o di un lavoro in un ambito che mi interessa di più, come mi consigliate di muovermi?
Mi sembra di capire, leggendo in giro, che attivando la collaborazione occasionale potrei poi trovare uno stage/tirocinio/lavoro da svolgere in contemporanea. È giusto?

Pixel

1 settimana, 1 giorno fa

Tutto chiaro ora. Grazie!

In risposta a #31287

Redazione_RdS

1 settimana, 2 giorni fa

La situazione che descrivi dunque sarebbe quella di una sorta di "tappabuchi" per non restare con le mani in mano durante il periodo in cui finisci l'università e cominci a guardarti intorno e trovare uno stage/lavoro nel settore che ti interessa. Giusto?

In caso la situazione sia questa, non cambierebbe granché essere inquadrato con collaborazione occasionale o con stage, perché entrambe le tipologie di rapporto possono essere interrotte facilmente e sopratutto velocemente. Forse, a livello formale, sarebbe più adatta la collaborazione occasionale dato che lo stage implica anche la preparazione di un progetto individuale di formazione; se già pensi che saresti disposto a interrompere lo stage in qualsiasi momento in caso ti arrivasse una proposta più allettante, allora forse non vale tanto la pena di spendere tempo ed energie per attivare lo stage.

Ma sostanzialmente si tratta di due inquadramenti che, in un caso come questo, si equivalgono dal tuo punto di vista.

Pixel

1 mese, 1 settimana fa

Ciao!

Attualmente sto finendo l'università e non sono ancora a conoscenza delle condizioni per un'eventuale collaborazione occasionale. 
La normativa regionale la conosco e mi andrebbe anche bene come paga, ma il punto è che il settore non è (molto) di mio interesse. Diciamo che accetterei per fare un'esperienza e guadagnare qualcosina, ma non è il mio settore.
Uno tra lo stage e la collaborazione occasionale mi permetterebbe di trovare un altro stage o lavoro vero e proprio in contemporanea?

In risposta a #30997

Redazione_RdS

1 mese, 2 settimane fa

Da come esprimi la tua domanda, Pixel, intuiamo che sei una persona che attualmente non è inserita in un percorso formale di istruzione/formazione: non stai cioè facendo l'università, o un master, o un corso di formazione. Ciò significa che se facessi uno stage, esso dovrebbe essere configurato come extracurricolare.

I tirocini extracurricolari in Italia sono normati da varie (21) normative regionali, tutte molto simili ma con dettagli differenti: tutte comunque prevedono che il tirocinante abbia diritto a una indennità mensile, e ciascuna ha posto la cifra minima. In quale Regione vivi tu, Pixel? A seconda di dove vivi, l'azienda dovrebbe corrisponderti una indennità di stage almeno pari a quella minima stabilita dalla normativa regionale (es., in Lazio, 800 euro al mese; in Lombardia 500 euro al mese, e così via).

Avete parlato con l'azienda di quanto ti pagherebbero invece la collaborazione occasionale?

Torna al più nuovo