Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

Orario di lavoro

1 mese, 1 settimana fa di Laaara

stage

Salve mi chiamo Lara. Ho iniziato il mio stage a metà luglio ad ora l'unico "documento" che si avvicina ad una convenzione di stage è quello telematico nel portale della regione. Prima di scrivere ho tentato di contattare la mia tutor all'ente che ha il telefono staccato (l'ultima volta che l'ho sentita è stata il giorno prima di iniziare) e la tutor che dovrebbe seguirmi in azienda è in ferie. Sul documento telematico c'è scritto che il numero di giornate di lavoro previste sono 24 mentre io ne faccio 26 quindi mi chiedo se in termini di ore qualcosa giustifichi questi 2giorni. Faccio 33ore settimanali per un monte ore mensile (per mese intendo da inizio stage) che oscilla tra 140 e 150 h mensili (perché nel fine settimana faccio più ore). Non so a cosa devo fare riferimento in quanto l'ente conta le mie presenze mentre l'azienda conta le mie ore con timbratura. Altro quesito io sono studentessa (cosa specificate nel curriculum e ribadita in colloquio) mi è stato detto che per sostenere gli esami devo "barattare" il mio giorno libero con il giorno dell'esame è vero? Ho anche avvisato subito che a settembre avrò un matrimonio al quale terrei molto a presenziare di nuovo mi hanno detto che barattando il giorno libero posso stare a casa,ma che di base io non posso assentarmi nei fine settimana (ci tengo a precisare che non sono una lavativa ho chiesto un sabato per un matrimonio su 6mesi di contratto con 2mesi di preavviso) e dopo aver detto si hanno storto il naso perché una collega sarà in ferie quella settimana. Per quanto riguarda le mie mansioni come addetta al punto vendita sto cercando informazioni perché di nuovo non mi è stato spiegato dalla tutor in azienda quale è il mio percorso,gli obiettivi da raggiungere su base settimanale e mensile perciò sto studiando le linee regionali per la mia mansione e in caso di dubbi chiederò. Grazie per l'attenzione. Lara

Laaara

3 giorni, 22 ore fa

Ciao grazie,si mi sono mossa e ho fatto il mese per poi licenziarmi, ora aspetto che mi paghino il mese lavorato o mi muoverò per vie alternative...ho ottenuto,faticando non poco, il patto di stage in cui si parlava solo del numero di giorni ho chiesto più volte perché ero inserita per più giorni e cosa comportava a livello assicrativo se mi fosse successo qualcosa ho ottenuto solo un "cerca di stare attenta e siamo a posto" e "certo che fai la punta ai chiodi su questo contratto,non si è mai visto che uno legga ogni voce". Il progetto formativo hanno detto che non c'era perché è complicato incasellare il lavoro io dovevo pulire,osservare,intrattenere i clienti se volevano merce di un certo tipo e servire i clienti sulla merce di valore minore poi li facevo attendere per il pagamento. Il mio foglio presenze è stato firmato da altri a nome mio. Ho trovato fogli in cui si parlava di spezzarmi il turno per coprire le ore di maggior affluenza tra le colleghe (senza chiedere nulla a me),quando ho chiesto spiegazioni mi hanno detto che nel lavoro ci si aiuta e dovevo ringraziare di lavorare in un'azienda che paga il mio stage perché non avrei diritto al rimborso (su quale base non lo so visto che non ho fatto assenze,sono andata a casa solo un giorno perché stavo veramente male e mi sono presentata comunque a lavorare perché non volevo creare disagi). Ho detto che su certi dubbi volevo chiamare l'ente promotore e ho ottenuto chiamate fino alle 22.00 dove mi si intimava di non chiamare per nessuna ragione l'ente. A fronte di tutto ciò ho ritenuto opportuno completare il mio mese lavorativo e interrompere il rappprto con un preavviso. Grazie comunque perché molti dei vostri articoli mi hanno aiutata.

Redazione_RdS

5 giorni, 21 ore fa

Ciao Lara,
è passato oltre un mese dalla tua segnalazione e non sappiamo quale sia la situazione attuale e se le inadempienze da parte dell’azienda siano ancora in essere.
Innanzi tutto speriamo che ti sia nel frattempo arrivata una convenzione di stage da firmare, come si confà a uno stage, con tanto di progetto formativo e eventuali regole e paletti in fatto di assenze. Di norma regole fisse non ce ne sono in questo ambito nel senso che la normativa sugli stage non prevede nulla di specifico in proposito, lasciando che a autoregolarsi siano aziende ospitanti e stagisti seguendo il comune buon senso. Ciò significa che è nel tuo diritto chiedere un giorno di assenza per un matrimonio, così come un giorno di permesso per svolgere un esame, non essendo tu una lavoratrice a tutti gli effetti ma una persona in formazione. Questo per dire che nei turni degli stagisti è ammessa una certa flessibilità, evitando di essere troppo rigidi come nei confronti dei normali dipendenti.
Rivolgiti in ogni caso al tuo ente promotore per risolvere questi aspetti, insistendo se necessario perché è suo dovere vigilare sul corretto svolgimento del tirocinio.
Facci sapere come procede, e un caro saluto

Torna al più nuovo