Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

Trasferte in tirocinio.

5 mesi fa di Domenico91

#legale#stage

Buongiorno a tutti,

a breve comincerò un tirocinio. L'azienda mi ha chiesto se posso mettere a disposizione la mia auto per andare a fare delle commissioni/trasferte. Mi chiedevo se questo fosse possibile e legale. Ci sono delle trasferte che farò insieme ad alcuni dipendenti dell'azienda per imparare a fare dei rilievi. Mentre le trasferte per le commissioni, come ritirare del materiale, pacchi ecc, le dovrò fare da solo mettendo a disposizione la mia auto.

Nelle linee guida dei tirocini extracurriculari della mia regione un punto dice questo:

"Obbligo per il soggetto promotore di segnalare, ai competenti servizi ispettivi, i casi in cui vi siano fondati motivi per ritenere che il tirocinante venga adibito ad attività non previste dal progetto formativo o che comunque svolga attività riconducibili ad un rapporto di lavoro".

Non credo che fare commissioni sia un momento formativo e credo sia riconducibile ad un vero e proprio lavoro, per quanto mi abbiamo detto che capiti di rado.

Domenico91

4 mesi, 2 settimane fa

Buongiorno a tutti,


Volevo lasciare un aggiornamento su questa vicenda sperando che possa essere utile agli utenti del forum. 

Dopo essermi consultato col soggetto promotore, in questo caso il centro per l'impiego, mi è stato detto che è assolutamente vietato uscire per trasferte o in questo caso addirittura commissioni da soli senza essere accompagnato dal tutor. Se si esce da soli vuol dire fare un lavoro per cui non si esige formazione. L'addetta non è entrata nello specifico, ma ci sarebbero comunque complicazioni a livello assicurativo e legale per il tirocinio. 

Probabilmente l'azienda mi aveva chiesto questa cosa in buona fede. 

Il tutor è normale che non sta 24 ore su 24, ma non credo sia un problema stare con un tirocinante almeno per una trasferta di un giorno. 

Nulla vieta alla struttura ospitante di chiedere al tirocinante di portare un proprio strumento, anche se nel DGR. 1474 del 11/12/2017 all'art.14 tra le modalità di attivazione di un soggetto ospitante c'è:"Mettere a disposizione del tirocinante tutte le attrezzature, strumentazioni, equipaggiamenti, ecc. idonei e necessari allo svolgimento delle attività assegnate". Quindi sarebbe buona norma che l'azienda mettesse a disposizione del tirocinante tutto il necessario affinché il tirocinio possa svolgersi. 

Questa è stata la mia esperienza. Chiedete sempre conferma ai soggetti promotori e ospitanti. 

Ringrazio il forum per avermi dato la possibilità di portare questa esperienza. 

Buona giornata

Redazione_RdS

5 mesi fa

La situazione descritta è abbastanza chiara: l'azienda ti ha informato che, tra le mansioni che intende assegnarti durante lo stage, vi sarà anche quella di fare commissioni utilizzando la tua macchina privata. Si tratta di una informazione che denota trasparenza (e non è usuale), e sta a te accettare oppure no. Non sei obbligato ad accettare questa offerta di tirocinio: se accetti però poi non potrai "lamentarti" quando ti verrà assegnata qualche commissione, perché loro ti hanno avvisato in anticipo che questa sarebbe stata una eventualità.

Fare una commissione non è per forza immediatamente equivalente a svolgere "una attività riconducibile a un rapporto di lavoro". Certo, sarebbe meglio che lo stagista non svolgesse attività senza la diretta supervisione del suo tutor, però questo è velleitario: nessun tutor sta 24 ore su 24 con lo stagista che gli è stato assegnato.

Le varie normative regionali non prevedono niente di esplicito rispetto all'utilizzo di strumenti personali, dunque non ci risulta che vi sia uno specifico divieto a che un soggetto ospitante chieda a un tirocinante di portarsi da casa il suo computer personale, oppure utilizzare un suo motorino o una sua macchina per spostamenti correlati allo stage, oppure usare il suo cellulare per effettuare telefonate correlate allo stage.

Tutto sta alla libera contrattazione tra le parti.

Torna al più nuovo