Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

L'indennità di stage è compatibile con la Naspi? Le risposte regione per regione

3 anni, 7 mesi fa di Eleonora Voltolina

Link all'articolo originale: L'indennità di stage è compatibile con la Naspi? Le risposte regione per regione Il “sussidio di disoccupazione”, cioè il sostegno economico erogato a chi perde il lavoro finché non ne ritrova un altro, è stato al centro di molti cambiamenti normativi negli ultimi anni. Ha mutato più volte nome - Aspi, MiniAspi, adesso “Naspi” - e la platea dei potenziali beneficiari si è allargata, andando a comprendere anche i giovani precari che prima ne erano quasi sempre esclusi.Ma tutti questi cambiamenti hanno generato anche molta confusione, specialmente rispetto a un punto: la compatibilità ...

Redazione_RdS

1 settimana, 1 giorno fa

Ciao Matteo,
in linea generale la compatibilità tra Naspi e indennità di tirocinio è stata una volta per tutte confermata dall'Inps con una circolare degli inizi del 2018. Ne abbiamo parlato qui: https://www.repubblicadeglistagisti.it/article/compatibilita-indennita-di-disoccupazione-e-rimborso-spese-circolare-174-inps. Garanzia giovani, come tutti i programmi in cui di mezzo ci sono fondi pubblici, ha però una regolamentazione diversa perché in questo caso la platea interessata è quella dei Neet, i soggetti cioè che sono fuori dai percorsi di studio e di lavoro. La Naspi andrebbe in tal caso a sommarsi a un altro tipo di sussidio pubblico, che è quello offerto dal programma, ed ecco spiegato come mai in questo caso la cumulabilità non ci sia.
Torna a scriverci, e un caro saluto
In risposta a #post27478

matteo_mtt

4 settimane fa

L'articolo, come è già stato evidenziato, riporta una normativa antecedente alla circolare n. 174 del 23 novembre 2017.


Oltre a questo sono errate anche alcune informazioni riguardo Garanzia Giovani. Credo che vari da regione a regione, quindi bisogna controllare sul corrispettivo portare governativo. 

Per la regione Lombardia, visto l'ultimo avviso pubblicato, con la Fase II Garanzia Giovani non è più compatibile con la Naspi.
http://www.garanziagiovani.gov.it/Bandi%20e%20Avvisi/Avviso-Garanzia-Giovani-IIFase-Lombardia.pdf

Erine

5 mesi, 1 settimana fa


Buongiorno,
La questione della compatibilità fra stage e NASPI è stata chiarita dalla circolare INPS n. 174 del 23 novembre 2017, la quale stabilisce che:

(...)
Ciò premesso, nei casi di soggetti beneficiari di indennità NASpI  titolari di borse lavoro, stage e tirocini professionali, premi o sussidi per fini di studio o addestramento professionale - pur a fronte dell’assimilazione, ai fini fiscali, delle somme percepite ai redditi da lavoro dipendente - non si ravvisa lo svolgimento di un’attività lavorativa prestata dal soggetto con correlativa remunerazione. In tali ipotesi, pertanto, le remunerazioni derivanti da borse lavoro, stage e tirocini professionali, nonché i premi o sussidi per fini di studio o di addestramento professionale sono interamente cumulabili con l’indennità NASpI e il beneficiario della prestazione non è tenuto ad effettuare  all’INPS comunicazioni relative all’attività e alle relative remunerazioni.

https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20174%20del%2023-11-2017.htm

Tale precisazione è valida in tutta Italia, ed è stata confermata anche dal call center INPS appositamente consultato.

Cercando informazioni in merito a tale compatibilità, ad oggi Maggio 2019 figurate ancora fra i primi risultati di ricerca, e si legge che l'inchiesta risale al 1 febbraio 2018, apparendo recente.
Quando invece si accede all'articolo, la data di stesura risulta essere febbraio 2016, ossia prima della circolare.

Vi chiederei quindi di aggiornare la vostra inchiesta, così che non capiti ad altri di incorrere in informazioni non più attuali, grazie!







Redazione_RdS

1 anno, 5 mesi fa

Ciao Ljammeh,
no, i tirocini non consentono di accedere alla disoccupazione. Non sono veri contratti di lavoro ma periodi formativi. Non si percepisce infatti uno stipendio con annesso versamento di contributi, ma solo un rimborso spese. Per questo il sussidio della Naspi è precluso in questi casi.
Speriamo di averti dato una mano a capire, e un caro saluto

In risposta a #post25268

Ljammeh

1 anno, 5 mesi fa

Salve. vorrei chiedere se sono qualificato per fare l'iscrizione per la disoccupazione, facevo tirocinio per un anno puoi mi hanno detto che non possono darmi contratto perché sono in difficoltà.  Anche avevo contratto indipendente ma è fino adesso 1 anno 4 mesi fa prima. Grazia. 

Redazione_RdS

3 anni, 4 mesi fa

Ciao Giovanna,
quello della dote unica è un progetto di cui abbiamo scritto qui: http://www.repubblicadeglistagisti.it/article/fondi-dote-lavoro-unica-e-garanzia-giovani-lombardia. Non abbiamo affrontato nello specifico la questione se dia o meno accesso al sussidio di disoccupazione, e per questo ti consigliamo di rivolgerti per esempio a un caf o un commercialista esperto di tematiche di lavoro (spesso, purtroppo, il personale dei centri per l'impiego non è preparato su questi argomenti benché di sua competenza). Tuttavia azzardiamo una risposta negativa perché ci risulta che per accedere al sussidio di disoccupazione bisogna in linea di massima avere alle spalle un contratto di lavoro vero e proprio. Ma meglio chiedere conferma a qualche giuslavorista.
Un caro saluto
In risposta a #post22015

Giovanna Tringali

3 anni, 4 mesi fa

salve a tutti, Sono Giovanna e ho 30 anni... ho un dubbio e non riesco a trovare risposta neanche nei centri per l'impiego...da due mesi ho concluso un tirocinio formativo con dote unica della regione Lombardia essendo inoccupata da molti mesi. Purtroppo l'azienda ha preferito non tenermi e applicare in azienda altri stagisti. Io sto cercando attivamente lavoro ma avevo chiesto se, nel mio caso potevo ricevere un'indennità di disoccupazione anche perchè. ho sempre lavorato in nero, l'unica occasione diciamo di " contratto" è stato il progetto di dote unica. Nel mio caso ho diritto all'indennità di disoccupazione avendo partecipato alla "dote unica" oppure no??. Grazie mille.

Rugiada90

3 anni, 5 mesi fa

Sono assolutamente d'accordo con la necessità di farmi mettere per iscritto quanto comunicatomi, ma come fare?

Ho già mandato una mail un mese fa in cui chiedevo maggiori informazioni in merito a questa questione e altre, ma non ho mai ottenuto risposta. E dubito che chiederlo in maniera diretta allo sportellista possa dare dei risultati.

Inoltre, pur comprendendone la ratio, confermo che neanche io ho trovato nulla che confermasse tale distinzione. 

Proverò a ripresentarmi presso la sede che mi ha dato queste informazioni, chiedendomi di indicarmene la fonte. 

Vi ringrazio per i riscontri, 

In risposta a #21848

Redazione_RdS

3 anni, 5 mesi fa

E ribadiamo che la questione lessicale posta dagli sportellisti INPS è campata in aria.

Non c'è scritto da nessuna parte che gli stage siano quelli presso aziende private (o dove l'indennità viene erogata dall'impresa privata) e i tirocini siano quelli presso enti pubblici (o dove l'indennità viene erogata con soldi pubblici). Tale affermazione è pura fantasia.

Si può dire che "tirocinio" sia il termine più tecnico, generalmente utilizzato nelle normative; mentre "stage" sia il termine più di uso comune. Un po' come un rapporto di polizia, dove il testimone dice "sono andato" e il poliziotto che verbalizza scrive "mi sono recato". Nessuna differenza sostanziale, solo una preferenza lessicale.

In ogni caso, ripetiamo, la differenziazione esposta dal personale dell'INPS è frutto di fantasia.

Sarebbe però interessante farsi mettere per iscritto questa presunta differenziazione, e in generale tutte le risposte fornite, in modo da poterle poi far validare dagli uffici centrali dell'INPS...

Redazione_RdS

3 anni, 5 mesi fa

Cara Denise,
ti ribadiamo quanto detto nel precedente post e confermato dalla nostra inchiesta: in Lombardia Naspi e rimborso spese del tirocinio (sinonimo di stage) non possono percepirsi in contemporanea. Quanto alla copertura Inail, quella è assicurata a prescindere dal rimborso spese, nel momento in cui avviene l'attivazione dello stage attraverso l'ente promotore. Ti può essere utile in questo senso la nostra guida Best stage, in cui è raccolta tutta la normativa italiana vigente sullo stage. La trovi qui: http://www.repubblicadeglistagisti.it/article/best-stage-2015-ai-blocchi-di-partenza.
Un caro saluto
In risposta a #post21843

Rugiada90

3 anni, 5 mesi fa









Buongiorno,




Vi ringrazio per la risposta.




Avevo letto già in un vs precedente articolo che in teoria esiste una differenza tra stage e tirocinio concernente l'obbligatorietà degli stessi, ma che il decreto ministeriale 142 del 1998 ne ha “accomunato” i significati. (http://www.repubblicadeglistagisti.it/article/stage-e-tirocinio-sono-la-stessa-cosa). Tuttavia, leggendo tale decreto mi sono resa conto che parla di stage solo a punto 9.3: “3. Resta ferma la possibilità, per le istituzioni scolastiche, di realizzare esperienze di stage e di tirocinio incluse nei piani di studio previste dal vigente regolamento.” (fonte: http://presidenza.governo.it/normativa/diprus/DM142_1998.pdf). Questa semplice affermazione purtroppo non credo possa confermare con assoluta certezza l’intercambiabilità dei due termini, anche se difatto è prassi comune anche del legislatore farlo.




Presso la sede INPS cui mi sono rivolta mi è stato detto che se dovessi accettare uno stage con rimborso dovrei comunicare l’inizio dello stesso, congiuntamente al reddito presunto. Ciò comporterebbe la sola sospensione della NASpI e non il suo decadimento, a patto che la durata della prestazione non superi i 6 mesi e non venga superato il reddito di 8.000 € lordi totali nel periodo di disoccupazione (da verificare direttamente sulla normativa).




Ho comunque richiamato lo sportello che avrebbe dovuto procedere all'attivazione dello stage per conto del soggetto ospitante. È apparso chiaro che non sempre l'INPS dà risposte univoche, e che quanto detto dall’operatore dell’ente previdenziale non può essere che considerato una mera interpretazione, data l'assenza di una normativa chiara e specifica. 




In tutta sincerità l’operatore che mi ha ricevuta allo sportello INPS non era molto ferrato sull'argomento, e ha chiesto infatti un consulto alla sua collega che gli ha detto di leggere le FAQ messe a disposizione sul sito dell’INPS, in quanto c’era una una domanda apposta per il tirocinio. E’ stata la stessa impiegata a dirmi che i tirocini sono sovvenzionati dalla regione e gli stage dalle aziende. Inoltre, sempre la stessa impiegata, aveva sostenuto la cumulabilità delle indennità di stage con la NASpI quando mi ero recata circa un mese fa per sollevare la questione, argomentando così la sua affermazione: “Non c’è scritto nulla a riguardo”. A parer mio ciò avalla ulteriormente l’idea che tutte le questioni inerenti il binomio stage-NASpI siano vagliate da interpretazioni a causa dell’assenza di normative specifiche. Affermare che una cosa “non è bianca” non equivale a dire che “è inequivocabilmente nera”.




Andando a verificare personalmente ho trovato solo questo:




Domanda 5: Indennità di partecipazione a tirocini formativi e NASpI: Il disoccupato percettore di NASpI che frequenti tirocini formativi ha diritto alla NASpI o all’indennità di tirocinio?


Risposta: In ragione della previsione di cui al comma 3 del punto 12 delle Linee guida di cui all’Accordo, siglato il 24 gennaio 2013, in sede di Conferenza Permanente Stato Regioni, nella ipotesi in cui il tirocinante sia percettore di forme di sostegno al reddito quale l’indennità di disoccupazione NASpI, l’indennità di tirocinio non può di norma essere corrisposta salvo diversa previsione della normativa regionale sulla indennità di sua competenza.




Come si può notare nessuna allusione al termine stage, o a questa fantomatica “differenza”. Prendere come sinonimo i due termini renderebbe chiara la risposta al mio quesito: nessuna indennità di stage a fronte della percezione di quella di disoccupazione.




Ma il mio dubbio è: chi verserà la mia quota all’INAIL allora? Chi risponderà in caso di infortunio? Dopo la riforma della Fornero (vedi “Linee guida in materia di tirocini”)il soggetto ospitante è obbligato a corrispondere una indennità minima al tirocinante/stagista (ivi usati come sinonimi), oltre che a versare la quota assicurativa per conto dello stagista.




Come giustamente scrivete nel vs articolo: “La Naspi la paga lo Stato (cioè tutti noi), mentre l'indennità di stage la pagano i singoli soggetti ospitanti (cioè, in maggioranza, imprese private). L'effetto perverso di far decadere l'indennità trasforma tutti gli stagisti percettori di Naspi in “stagisti gratis”, a disposizione delle aziende e a carico dello Stato.” (cit.: http://www.repubblicadeglistagisti.it/article/approfondimento-compatibilita-naspi-con-indennita-di-tirocinio).




Allora mi chiedo cosa accadrà quando il legislatore si renderà conto di questo “effetto perverso” ai danni dello Stato. L’azienda dovrà risarcirlo? 




Se invece il mio stage sospendesse realmente la NASpI otterrei copertura INAIL, indennità pagata (nessun danno per lo stato e condotta regolare del soggetto ospitante), come un vero e proprio contratto di lavoro a termine. L’unica differenza sarebbe che quel reddito non andrebbe nel calderone dei requisiti minimi utili al calcolo di una futura e nuova NASpI.




Comunque l'INPS e lo sportello stage hanno concluso dicendomi di mandare comunicazione all’INPS qualora iniziassi lo stage… e di attendere risposta. Per quanto ne so potrebbero cambiare ancora “interpretazione”, vorrei evitare di prendere decisioni importanti per me e per l’azienda ospitante in virtù di mere “supposizioni”.




Ritengo che porre in essere una differenza tra stage e tirocinio, utilizzando come criterio “chi paga cosa” (se Stato o privati) sia una buona soluzione ai paradossi generati, ma che solo il legislatore può sancire.




… Nel frattempo, che mi consigliate? Cosa succede se attivo lo stage e poi l’INPS non sospende la NASpI? Stando alla FAQ e alle normative della regione Lombardia dovrei svolgere lo stage a titolo gratuito. Ma a quel punto chi pagherebbe l’INAIL?




Ringrazio la Redazione per l’attenzione




Denise





In risposta a #21838

Redazione_RdS

3 anni, 5 mesi fa

Cara Denise,
correggici se sbagliamo: ci stai chiedendo come funziona la compatibilità tra Naspi e rimborso spese del tirocinio in Lombardia, giusto? Allora sì, in base alle informazioni in nostro possesso, riportate in questo articolo http://www.repubblicadeglistagisti.it/article/indennita-di-stage-e-naspi-per-la-compatibilita-ogni-regione-fa-da-se-italia-settentrionale, è vero quanto dici, e cioè che chi percepisce l'una non può percepire l'altro.
Se non abbiamo capito male, dall'Inps ti hanno parlato di una differenza tra stage e tirocini sostenendo che i primi siano attivati solo dai privati e i secondi dal pubblico (ma la cosa ci giunge nuova, nel senso che per noi i termini tirocinio e stage sono assolutamente dei sinonimi, a prescindere da fatto che operino nel settore privato o pubblico). Forse il senso da dare alle informazioni che ti hanno dato è che le aziende private, come tali, possono decidere di erogarti comunque un rimborso? Ma è solo un'ipotesi tutta da verificare perché se loro lo erogano, il percettore di Naspi deve dichiarare di riceverlo, e questo può comportare la sospensione della Naspi. Ti chiediamo quindi su questo di darci maggiori chiarimenti.
Quanto alle autorità competenti, sicuramente l'Inps è una di queste come ente che eroga la Naspi. Ma lo sono anche i centri per l'impiego, responsabili della registrazione dei disoccupati.
Tienici aggiornati e un caro saluto
In risposta a #post21833

Rugiada90

3 anni, 5 mesi fa

Medtronic

Buongiorno a tutti,
Scrivo dalla regione Lombardia e anche io ho necessità di fare chiarezza sulla questione. L'INPS mi ha detto che per ciò che concerne la compatibilità tra Naspi e altre indennità c'è differenza a seconda che quest'ultima sia per tirocinio o per stage, in quanto il tirocinio - in liena con quanto avete esposto -  viene sovvenzionato dalla regione. Lo stage, dal privato. Mi è stato quindi detto che lo stage sospende la naspi per un massimo di 6 mesi (consecutivi, ma posso attivarne altri), dopodiché la disoccupazione decade. Ma questi mesi non rientrano nel calcolo per il raggiungimento dei requisiti per una futura naspi. Vorrei menzionare quanto riportato in un vs altro articolo: In Lombardia, "I percettori di Naspi, come tutti coloro che possono usufruire di indennità di sostegno al reddito, non potranno usufruire dell'indennità di tirocinio."
Parliamo di indennità  di tirocinio e non di stage. Che sia questo il cavillo? Ovviamente il legislatore dovrebbe rivedere la questione ed emmetere qualche circolare...
Mi domando quali siano le autorità competenti. Saper individuare a chi porre la questione costituisce la quasi totalità dell'opera. Grazie,

Rugiada90

3 anni, 5 mesi fa

Buongiorno a tutti, 


Scrivo dalla regione Lombardia e anche io ho necessità di fare chiarezza sulla questione. L'INPS mi ha detto che per ciò che concerne la compatibilità tra Naspi e altre indennità c'è differenza a seconda che quest'ultima sia per tirocinio o per stage, in quanto il tirocinio - in liena con quanto avete esposto -  viene sovvenzionato dalla regione. Lo stage, dal privato.

Mi è stato quindi detto che lo stage sospende la naspi per un massimo di 6 mesi (consecutivi), dopodiché la disoccupazione decade. Ma questi mesi non rientrano nel calcolo per il raggiungimento dei requisiti per una futura naspi. 

Precedente mi sono rivolta a un'azienda che si occupa dell'attivazione di stage per imprese. E - forse non facendo distinzione tra stage e tirocinio - mi ha riferito quanto da voi già riportato in un vs altro articolo: In Lombardia, "I percettori di Naspi, come tutti coloro che possono usufruire di indennità di sostegno al reddito, non potranno usufruire dell'indennità di tirocinio."

Parliamo di indennità di tirocinio, e non di stage. Che sia questo il cavillo? Ovviamente il legislatore dovrebbe rivedere la questione ed emmetere qualche circolare...

Mi chiedo quals sia l'autorità a cui porre la questione per avere unBuongiorno a tutti, 

Scrivo dalla regione Lombardia e anche io ho necessità di fare chiarezza sulla questione. L'INPS mi ha detto che per ciò che concerne la compatibilità tra Naspi e altre indennità c'è differenza a seconda che quest'ultima sia per tirocinio o per stage, in quanto il tirocinio - in liena con quanto avete esposto -  viene sovvenzionato dalla regione. Lo stage, dal privato.

Mi è stato quindi detto che lo stage sospende la naspi per un massimo di 6 mesi, dopodiché la disoccupazione decade. Ma questi mesi non rientrano nel calcolo per il raggiungimento dei requisiti per una futura naspi. 

Vorrei menzionare quanto riportato in un vs altro articolo: In Lombardia, "I percettori di Naspi, come tutti coloro che possono usufruire di indennità di sostegno al reddito, non potranno usufruire dell'indennità di tirocinio."

Parliamo di indennità di tirocinio, e non diI percettori di Naspi, come tutti coloro che possono usufruire di indennità di sostegno al reddito, non potranno usufruire dell'indennità di tirocinio."

Parliamo di indennità  di tirocinio e non di stage. Che sia questo il cavillo? Ovviamente il legislatore dovrebbe rivedere la questione ed emmetere qualche circolare...

Mi domando quali siano le autorità competenti. Saper individuare a chi porre la questione costituisce la. quasi totalità dell'opera. 


Grazie,

Denise

Torna al più nuovo