Io voto fuori sede: quando la partecipazione politica passa per la Rete

11 anni fa di Chiara Del Priore

Link all'articolo originale: Io voto fuori sede: quando la partecipazione politica passa per la Rete Votare, oltre che un dovere civico, è un diritto. Evidentemente, però, non per tutti. Se si è uno degli oltre 286mila studenti fuori sede, cioè oltre un quinto del totale degli universitari italiani secondo i dati dello stesso ministero, si va incontro a qualche oggettiva difficoltà. Stesso problema anche per chi è lontano dal proprio luogo di residenza per lavoro: sommando le due categorie si arriva a un totale di 800mila persone.Nel 2008 un gruppo di amici siciliani «emigrati» a ...

Torna al più nuovo