Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

Possono rifiutarsi di formalizzare uno stage (già effettuato) perchè è durato solo 3 settimane?

11 anni, 9 mesi fa di Samarme

Buonasera!

Questo è il mio primo post in questo Forum ed ho un po' di domande in seguito ad uno stage (o presunto tale) affrontato in un' azienda, tramite scuola privata post diploma.

Sono stato chiamato in azienda come uno dei due "prescelti" tra tutta la classe (aveva colpito molto il nostro progetto). Questa azienda è di grande rilevanza nel mio settore, per cui mi spiace evitare di certificare questa esperienza sul mio CV.

Abito e lavoro in piemonte e l' azienda ha sede a Bologna.

- C'è un tempo minimo di stage in azienda? Noi siamo potuti stare solo 3 settimane e la scuola dice che non può certificarlo perchè troppo corto il periodo. E' vero

- Burocrazia_ Dalla scuola non sono partiti fogli di certificazione stage o varie; non abbiamo firmato nulla di nulla, consapevoli (ignoranti della legge) che avrebbero fatto tutto loro. Così non è stato: all' azienda non sono arrivati fogli di stage. La scuola, così facendo, ora vorrebbe fare un foglio di certificazione stage, MA senza scrivere il periodo in cui siamo stati.

Ci siamo limitati a prendere tempo per capirne di più sulla faccenda e far luce sulla legalità e le eventuali colpe.

Sapreste darmi due dritte a riguardo senza che rischi di "perdere" lo stage nel nulla. Come posso agire e su cosa posso far leva nelle mie discussioni con scuola e azienda?


Grazie dell' attenzione
Cordiali saluti e buon fine settimana


Samuele

Eleonora Voltolina

11 anni, 9 mesi fa

Caro Samuele,

se vogliamo affrontare la situazione in maniera cinica, tu non hai niente di cui preoccuparti: aggiungi tranquillamente il tirocinio nel tuo cv senza indugio, segnalando il nome dell'azienda presso cui l'hai fatto e il periodo. Non rischi nulla, quello che scriverai sarà il vero, certamente l'azienda se interpellata confermerà la tua presenza (comunque le verifiche sul cv di un candidato sono casi più unici che rari).

Ma non penso che sia giusto, sopratutto nei confronti della scuola che pare aver agito infischiandosene di tutte le normative sugli stage (in Piemonte oltre a quella nazionale ce n'è anche una regionale). Comprendo il tuo desiderio di "uscirne vincitore" e di non avere seccature, però penso che se il bubbone non scoppia, i prossimi allievi dei corsi post-diploma di questa scuola si ritroveranno nella stessa situazione tua...

Samarme

11 anni, 9 mesi fa

..potrebbe essere nel mio diritto chiedere di RIFARE lo stage in azienda e tutto pagato INTERAMENTE dalla SCUOLA?

..o altrimenti creare carte (mettere tutto in regola) per un periodo di stage equivalente alle tre settimane in cui certificano tutto, ma noi non siamo da loro?

Samarme

11 anni, 9 mesi fa

Ho volutamente omesso i nomi di scuola e azienda perchè non vorrei compromettere i rapporti con l' uno e con l' altro. Soprattutto perchè:

-l' ufficio che si occupa di queste cose mi taglierebbe i ponti con eventuali contatti;

-l' azienda (che secondo me nemmeno sapeva di cosa comportava uno stage) è una bella azienda;

Vorrei, se possibile, aggiustarmi da solo. Vorrei però capire con sicurezza se c'è la possibilità/scappatoia -credo ormai vana- di certificare l' esperienza in qualche modo. E' ormai chiaro che la scorrettezza sia caduta nell' illegalità più assoluta; ne sono consapevole e le tue parole mi rendono ancora più cosciente della cosa, ma c'è un modo per venirne fuori ugualmente "vincitori"?

Eleonora Voltolina

11 anni, 9 mesi fa

Caro Samuele,

mi sembra davvero molto grave che un istituto abilitato a organizzare corsi post-diploma si prenda il rischio di avviare i suoi studenti a stage "in nero", senza produrre l'obbligatoria convenzione di stage, senza l'apertura della posizione Inail e dell'assicurazione di responsabilità civile a favore degli stagisti.

Ed è anche quasi incredibile che un'azienda "di grande rilevanza nel suo settore" accetti di accogliere 2 stagisti con questa modalità, visto e considerato che qualsiasi cosa vi fosse successo durante quelle 3 settimane nei locali dell'azienda sarebbe stata sotto loro diretta responsabilità.

Insomma, se davvero questa convenzione di stage non esiste si tratta di un episodio gravissimo: e ti chiediamo di scriverci il nome dell'azienda e quello dell'istituto che ha promosso il corso, in modo da poterli contattare e fare luce sulla vicenda.

Samarme

11 anni, 9 mesi fa

Sono uno studente di un corso triennale POST DIPLOMA in un istituto privato. Lo stage è stato fatto lo scorso luglio ( dal 5 al 23 Luglio 2010) ed abbiamo pagato rispettivamente due settimane di vitto e alloggio (la terza settimana in B&B è stata pagata dall' azienda ospitante!)

Così come stanno le cose, senza alcun documento compilato, possiamo avere un pezzo di carta che certifichi seriamente l' esperienza lavorativa nonostante sia già stata fatta??

Eleonora Voltolina

11 anni, 9 mesi fa

Caro Samuele,

la questione che poni è un po' complessa e per capirci qualcosa avremmo bisogno di alcuni dettagli:

1) tu sei uno studente di una scuola superiore? Quanti anni hai?
2) lo stage a Bologna lo hai già fatto lo devi ancora fare?
3) tu e l'altro tuo compagno di classe "prescelto" vi siete dovuti trasferire (o vi dovrete trasferire) a Bologna per fare lo stage? E se sì, chi ha sostenuto (o dovrà sostenere) le spese per il vostro vitto e alloggio?
4) da quando a quando ha avuto luogo (o dovrà avere luogo) lo stage?

In generale, possiamo già dirti che non vi sono indicazioni di "durata minima" nella normativa che regolamenta lo stage, quindi esistono stage di 3 settimane anzi sono molto frequenti sopratutto in ambito universitario (i cosiddetti "tirocini curriculari da 150 ore", molto diffusi nei percorsi formativi universitari, equivalgono esattamente a 3 settimane), e non c'è alcun problema per gli uffici stage universitari ad avviarli regolarmente, con la documentazione necessaria all'avvio di ogni stage (che si chiama "convenzione di tirocinio" e deve essere sottoscritta obbligatoriamente dal soggetto promotore - in questo caso la scuola - e il soggetto ospitante - l'azienda).

Attendiamo tue notizie!

Eleonora Voltolina

Torna al più nuovo