Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

Stage e Convenzione

6 anni, 2 mesi fa di martina1992

Salve a tutti,
ho una domanda da chiedervi: a settembre dovrò iniziare uno Stage nell'Emilia-Romagna a Bologna, ma la mia Università si "rifiuta" di fare la Convenzione, in quanto, per motivi burocratici ci vorrebbe del tempo e non è detto che si possa fare; mi spiego meglio la mia Università è nelle Marche. Parlando con l'ufficio Stage e Tirocini della mia Facoltà, dopo tante chiamate, alla fine mi dicono:" volendo può rivolgersi al Centro per l'Impiego".
Ma stiamo scherzando, l'Università dovrebbe garantirmi il futuro e invece...essendo una ragazza educata non li ho mandati a quel Paese anche se avrei dovuto; detto ciò l'azienda stessa si preoccupa di iscrivermi al centro per l'impiego ma anche qui sorgono problemi, in quanto, avendo da un anno un contratto a chiamata non posso svolgere lo Stage.
Cosa dovrei fare?
Rivolgermi all'Università sfogando tutta la mia rabbia, visto che a causa loro non potrò svolgere lo Stage?

Ringrazio chiunque mi risponderà.
Saluti

Valentina25

5 anni, 10 mesi fa

Buona sera, ho un grosso problema e non so come risolverlo e ho deciso di contattarvi tramite il forum. Mi sono iscritta erroneamente due volte al vostro sito ed ora non posso candidarmi alle offerte di stage/lavoro. Inoltre cliccando sul mio profilo, compare una pagine piena di codici con la scritta ERRORE. Mi potreste aiutare? Vi ringrazio moltissimo e Vi porgo Cordiali Saluti.
Valentina Mirata

Redazione_RdS

5 anni, 10 mesi fa

Caro Gabriele,

la maggior parte delle università attiva senza grandi problemi stage all'estero per i propri studenti e neolaureati. E' davvero strano che la tua ponga come condizione il fatto che l'azienda ospitante abbia una sede anche in Italia, è la prima volta che sentiamo di una pretesa del genere.

A livello pratico, puoi insistere con la tua università facendo presente che praticamente tutte le altre università attivano tranquillamente stage all'estero: basterebbe ai responsabili dell'ufficio tirocini del tuo ateneo alzare il telefono e confrontarsi con qualche collega di qualche altra università per verificare che una azione di questo genere è possibile.

Una alternativa è rivolgerti al centro per l'impiego della tua zona, chiedendo a loro di rendersi soggetto promotore di questo stage. Peraltro in questo momento è attivo il progetto Garanzia Giovani, nel quale tu dovresti rientrare pienamente (si rivolge a chi ha meno di 30 anni e ha concluso gli studi), che prevede proprio espressamente una voce riguardo alle "opportunità all'estero".

Tienici aggiornato sugli sviluppi: sarebbe davvero un peccato che dovessi rinunciare a questa opportunità di stage in Francia per colpa di intoppi burocratici insensati.

Gabrieleaq

5 anni, 11 mesi fa

Salve, ho un problema nell'attirare la convenzione di stage.
Sono neolaureato da meno di 12 mesi. Sono in contatto con una società francese che mi ha proposto uno stage presso di loro, solo che l'ufficio job placement della mia università sostiene che sia impossibile sottoscrivere una convenzione in quanto la società è estera e non ha una sede in Italia. Di conseguenza non sarebbe possibile utilizzare la normativa italiana poiché la società è estera ma neanche quella francese poiché non in gradi di recepire la normativa francese.
Nella speranza di essere riuscito a spiegare con chiarezza la situazione vorrei sapere se posso rivolgermi ad altri enti o se insistendo con l'università sia possibile raggiungere una soluzione.
Sarebbe veramente frustrante e avvilente il non riuscire a sfruttare un'opportunità così importante a causa della burocrazia.

Grazie in anticipo per le eventuali risposte ed aiuti.

Gabriele

levels

6 anni fa

Nome università?
Vergognoso se vero.

martina1992

6 anni, 1 mese fa

La ringrazio per la risposta.
Purtroppo solo dopo essermi arrabbiata con l'ufficio Stage della mia Università vengo a scoprire che lo Stage non poteva essere attivato per Settembre in quanto il progetto deve essere approvato da un tutor accademico (ossia da un professore) e loro dal 25 luglio non stipulano più convenzioni fino al 3 di settembre.
Detto ciò mi dice che contatterà l'Azienda per un eventuale convenzione dopo la Laurea ossia da Novembre il poi potrò, forse, iniziare lo Stage, sempre se l'Azienda accetta.
IO mi chiedo, se ho contattato l'università il 7 luglio, non potevano dirmi subito questa cosa anzichè aspettare che io perdessi la pazienza, in modo che così l'azienda non si sarebbe dovuta scomodare e cercare in fretta una convenzione con il CPI? cosa dovrei fare, rinunciare allo Stage o andare fino in fondo?
Mi sembra assurdo che dopo aver fatto il colloquio ed essere stata scelta, per colpa di questa burocrazia, io debba rischiare di non farlo.

La ringrazio per i consigli
Saluti

Redazione_RdS

6 anni, 1 mese fa

Cara Martina,

purtroppo sembra proprio che tu sia caduta nelle maglie di una pubblica amministrazione che a volte si rivela nemica, anziché alleata, dei suoi utenti: sia il comportamento dell'ufficio stage della tua università sia quello del cpi a cui ti sei rivolta non ci sembrano infatti molto orientati alla "costumer satisfaction", cioè la tua.

Nello specifico, puoi dire tranquillamente al responsabile dell'ufficio stage della tua università che tutte le principali università italiane attivano stage anche in Regioni differenti da quella dove hanno la propria sede, e che dunque loro potrebbero tranquillamente stipulare una convenzione con un'azienda che ha sede in una Regione differente rispetto alle Marche - in questo caso l'Emilia Romagna.

Al cpi invece puoi chiedere di fare un approfondimento per capire se davvero il contratto a chiamata è incompatibile con una attività di tirocinio extracurriculare di inserimento: non ne siamo così convinti.

In entrambi i casi, ti consigliamo di mettere per iscritto le tue rimostranze: scripta manent!

Torna al più nuovo