Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

Lavoro e volontariato, dove sta il confine?

4 anni, 9 mesi fa di Eleonora Voltolina

Link all'articolo originale: Lavoro e volontariato, dove sta il confine?Cosa differenzia un lavoratore da un volontario? Principalmente una cosa: il denaro. Il lavoratore svolge una prestazione professionale dietro compenso: salvo storture, cioè, ha un contratto di subordinazione o di collaborazione col datore di lavoro, e una retribuzione ben definita che rappresenta una motivazione importante - spesso la principale, talvolta addirittura l'unica - per svolgere quel lavoro. Il volontario è invece chi presta la propria opera gratuitamente, come impegno più o meno civico. I volontari si possono suddividere grossomodo in ...

GiuliaMarta

4 anni, 9 mesi fa

Ecco la mia esperienza. Uno stage di 1 anno e mezzo in un'associazione, prorogato con scuse assurde ed un misero rimborso spese.
Ovviamente nulla aveva a che fare con uno stage visto che in qualche modo sono stata io stessa a formare la persona che lavorava presso l'associazione.
In seguito (quando era oggettivamente impossibile procedere con il rinnovo dello stage) contratti a progetto, con progetti finti e un effettivo lavoro da dipendente. Mi sono occupata dalla scrittura dei progetti, alla gestione amministrativa, alla comunicazione...con una postazione fissa in ufficio e la richiesta di effettuare un monte ore giornaliero.
E ora la beffa...con la riforma della legge sui contratti a progetto anziché rinnovare il contratto mi è stato proposto di essere pagate con un rimborso spese fittizio (come già accade ad altre persone che collaborano con l'associazione): praticamente essere pagata in nero!!
Fare qualche controllo sul no profit sarebbe così assurdo?
Moltissimi ragazzi vengono avvicinati con la scusa di essere formati e di fare un lavoro gratificante, ma la realtà è che vengono sfruttati molto più che nelle imprese private.
Quasi paradossale che chi si fa portavoce e promotore di diritti importanti poi passi sopra ai diritti dei propri collaboratori. Una evidente assenza di coerenza che dovrebbe essere resa nota. Chi dona il proprio denaro ad un'associazione dovrebbe essere sicuro della serietà dell'ente, le onlus e le associazioni dovrebbero avere una certificazione etica (che non significa dire che si fanno progetti per salvare il mondo!!).

Torna al più nuovo