Erasmus Plus, i nuovi bandi del 2017: oltre 5700 opportunità

Chiara Del Priore

Chiara Del Priore

Scritto il 17 Feb 2017 in Notizie

borse di studioerasmus plusUniversità

Continuano anche con il nuovo anno le opportunità di mobilità all’estero offerte dai bandi Erasmus Plus di atenei e associazioni. Dal 2014 Erasmus Plus è il programma che raccoglie sotto un unico cappello tutti i progetti di mobilità in ambito europeo relativi a istruzione, formazione, gioventù e sport. Ecco quelli con scadenza più imminente.

Sono 25 le borse di mobilità della durata di tre mesi ciascuna messe a bando dall’università del Molise. Gli studenti dei corsi di laurea o di dottorato dell’ateneo che si aggiudicheranno le borse avranno diritto a tre mensilità per un totale di 1440 euro, importo valido per tutte le destinazioni: Belgio, Grecia, Germania, Austria, Francia, Romania, Spagna, Slovenia, Slovacchia, Regno Unito, Cipro, Croazia, Bulgaria, Lituana, Macedonia. L’ultimo giorno utile per presentare la propria candidatura è il 20 febbraio. Il modulo per la candidatura è disponibile sul sito dell’università e può essere inviato tramite raccomandata all’ufficio Relazioni Internazionali dell’università, tramite posta elettronica oppure a mano all’ufficio protocollo dell’ateneo. Le borse di mobilità sono destinate a studenti di tutte le facoltà.

26 febbraio invece ultimo giorno utile per provare ad aggiudicarsi una delle borse di mobilità messe a bando dal consorzio SEND, di cui sono partner 9 atenei italiani: 440 mensilità, per un budget complessivo di 200mila euro, per un’esperienza all’estero nel settore dell’europrogettazione, intesa come insieme di attività finalizzate alla produzione, presentazione e gestioni di progetti indirizzati all’UE, da effettuare tra il 15 marzo e il 31 dicembre 2017, per una durata che può andare da due mesi a un anno.
Possono partecipare alle selezioni giovani iscritti a un corso di laurea, master o dottorato di uno dei 9 atenei appartenenti al consorzio (università di Venezia, Cagliari, Catania, Macerata, Padova, Palermo, Roma Sapienza, Trieste), in possesso di un livello di conoscenza dell’inglese pari almeno a B1. Il contributo mensile per le borse di studio può variare dai 480 ai 430 euro a seconda del paese ospitante. La candidatura deve essere inoltrata online attraverso la compilazione di un formulario, disponibile al link indicato nel bando.

Fino al 27 febbraio è possibile candidarsi per una delle oltre 1700 borse di mobilità stanziate dall’università di Modena e Reggio-Emilia e destinate agli studenti di laurea triennale, magistrale, a ciclo unico e di dottorato. I soggiorni all’estero vanno da un minimo di tre mesi a un massimo di 12, con partenza previste tra il primo giugno 2017 e il 30 settembre 2018. Le destinazioni variano a seconda delle facoltà e gli importi vanno dai 280 euro mensili per paesi con costo della vita alto, come Danimarca, Finlandia, Francia e Irlanda ai 230 di paesi come Belgio, Spagna, Turchia, Bulgaria. La domanda di partecipazione può essere presentata esclusivamente online tramite la pagina dedicata.

Il 6 marzo prossimo è fissato il termine per concorrere a una delle oltre 900 borse di mobilità messe a bando dall’università di Udine e distribuite tra le facoltà di ingegneria, matematica, agraria, economia, giurisprudenza, medicina, scienze della formazione, lettere, lingue e relazioni pubbliche. Di durata variabile tra tre mesi e un anno, con partenze previste tra giugno 2017 e settembre 2018, le borse di mobilità sono destinate a studenti di corsi di laurea e dottorato dell’ateneo di Udine, in regola con il pagamento delle tasse.
Nella domanda di partecipazione lo studente può indicare fino a un massimo di quattro destinazioni, a scelta dall’elenco disponibile per ciascuna facoltà sul sito dell’ateneo. Anche in questo caso le borse hanno importo variabile a seconda del costo della vita dei paesi di destinazione: si va dai 280 euro mensili per paesi con costo della vita alto (tra cui Austria, Danimarca, Finlandia o Norvegia) ai 230 di quelli con costo della vita più basso (come Belgio, Grecia o Bulgaria). Sono previsti dal bando anche ulteriori contributi per studenti in condizioni economiche svantaggiate. La richiesta di partecipazione può essere inoltrata online, attraverso la registrazione all’area dedicata del sito dell’università, oppure può essere cartacea e deve essere spedita all’Ufficio Protocollo dell’università di Udine, indicando obbligatoriamente sulla busta la seguente dicitura: “candidatura Erasmus+ studio 2017/2018, Astu / ufficio mobilità”.

Un giorno in più, la scadenza è il 7 marzo, per le oltre 3mila borse di mobilità rivolte agli studenti di qualsiasi facoltà dell’università di Padova, di durata tra i 3 e i 12 mesi e con destinazioni europee ed extra europee. I soggiorni devono essere effettuati tra il primo luglio 2017 e il 30 settembre 2018.Gli importi vanno dai 280 euro mensili per paesi come Austria, Danimarca, Finlandia, Francia ai 230 di destinazioni come Belgio, Lettonia, Lituania, Spagna. Per le destinazioni extra europee l’importo mensile è di 650 euro, più un contributo per le spese di viaggio variabile a seconda dei km di distanza tra l’ateneo di origine e quello di destinazione. In entrambi i casi la candidatura va inoltrata esclusivamente online tramite la registrazione al sito.

La deadline è infine fissata al 31 marzo per i giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni e i disoccupati e inoccupati tra i 18 e i 35 anni domiciliati in Piemonte che intendono partecipare all’assegnazione di una delle 12 borse di mobilità nell’ambito del progetto EMPIT. Destinazione: Lituania. Indispensabile aver acquisito esperienza di studio o lavoro in ambito IT. Oggetto del bando sono infatti tirocini in questo settore, con partenze previste tra aprile 2017 e febbraio 2018 e copertura delle spese di viaggio per e dal paese di destinazione e di vitto e alloggio. Le domande vanno compilate esclusivamente online tramite il modulo disponibile sul sito www.euroformrfs.it. Alla domanda firmata dovranno essere allegati copia della carta di identità fronte retro, CV formato Europass e lettera di motivazione. Le candidature dovranno pervenire esclusivamente presso Euroform RFS (Corso Umberto I n° 31 -Torino), a mezzo posta o a mano entro e non oltre la data ultima di presentazione.

Chiara Del Priore

 

Community